Boscotrecase. Arresti e denunce contro illegalità diffusa

Arrestato Aquino Massimo, un 41enne di Pompei, per furto aggravato: nel suo panificio in via Sepolcri aveva alterato la misurazione del contatore elettrico

697

Servizio straordinario di controllo del territorio effettuato dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata insieme ai colleghi del nucleo cinofili a Boscotrecase e Boscoreale per contrastare fenomeni d’illegalità diffusa. Effettuate 9 perquisizioni domiciliari e identificate 41 persone. controllati 19 veicoli e contestate 11 violazioni al codice della strada.

Arrestato a Boscotrecase Aquino Massimo, un 41enne di Pompei che si è reso responsabile di furto aggravato. Gli operanti con il supporto di tecnici dell’enel hanno accertato che l’uomo nel suo panificio in via Sepolcri aveva alterato la

misurazione del contatore elettrico sottraendo alla registrazione consumi che la compagnia erogatrice stima in circa 13.600 euro.

Denunciati in stato di libertà a Boscoreale un 52enne del luogo con precedenti per reati contro il patrimonio e un 34enne di Pompei con precedenti per reati inerenti stupefacenti e armi. Entrambi sono ritenuti responsabili di ricettazione in concorso. A seguito di perquisizioni, personali e veicolare, i carabinieri hanno rinvenuto e sequestrato loro uno jammer e 2 chiavi elettroniche di auto, attrezzature utilizzate per il furto di autovetture.

Segnalati al prefetto quali assuntori di stupefacenti 3 giovani trovati in possesso di modiche quantità di hashish e cannabis detenute per uso personale. L’arrestato è stato tradotto ai domiciliari in attesa di rito direttissimo.