La mostra dei reperti dell’antica Stabiae riaprirà i battenti domani

Nell’esposizione ci sono molti oggetti di uso quotidiano e strumenti agricoli ma anche affreschi, stucchi e oggetti nonché utensili rinvenuti nelle ville della zona

289

La mostra dei reperti dell’antica Stabiae riaprirà i battenti domani, mercoledì 29 maggio, alle ore 10.00 nella cornice di Palazzo Reale a Quisisana. Fino al 31 dicembre 2019, sarà possibile visitare la mostra “Dal buio alla luce” dal lunedì al venerdì tra le ore 8.00 e le ore 15.00 (ingresso gratuito), con eventuali aperture straordinarie concordate con il Parco Archeologico di Pompei.




In mostra tanti reperti provenienti dalle ville rustiche della zona di Stabiae sia dalle lussuose e panoramiche domus costruite sulla collina di Varano, esplorate e rinterrate nel Settecento e poi riportate successivamente alla luce a partire dal 1950.

Nell’esposizione ci sono molti oggetti di uso quotidiano e strumenti agricoli ma anche affreschi, stucchi e oggetti nonché utensili rinvenuti nelle ville della zona, come un cratere a calice in marmo alabastrino, un portaprofumi in bronzo e la statua del pastore, che porta con sé i prodotti della terra e due quadrupedi.




Tra l’altro, si potrà ammirare anche un carro in metallo e legno carbonizzato che è stato rinvenuto nel 1981 nel quartiere rustico di Villa Arianna ed è stato restaurato negli anni scorsi.



Share