Successo per la XIII edizione del Premio Elia Rosa al Pitagora-Croce di Torre Annunziata

Ad aggiudicarsi l’edizione 2019 del premio Elia Rosa, dedicato alla bonifica del fiume Sarno, il Liceo Musicale Giuseppe Moscati di Sant’Antimo

1038

Venerdì 31 maggio all’insegna della musica al Liceo Pitagora-Croce di Torre Annunziata dove si è tenuta la XIII edizione del Premio Elia Rosa.

Ad aggiudicarsi l’edizione 2019 del premio Elia Rosa, dedicato alla bonifica del fiume Sarno, il Liceo Musicale Giuseppe Moscati di Sant’Antimo.

Ma la manifestazione si è svolta nell’intero arco della giornata.

Alle ore 11 è stata inaugurata una sala di incisione discografica, che sarà messa a disposizione di tutte le scuole italiane che ne faranno  richiesta, in attuazione di un protocollo di intesa firmato dall’assessore regionale alla Pubblica Istruzione della Campania Lucia Fortini, dalla direttrice generale dell’Ufficio Scolastico regionale Luisa Franzese, dalla direttrice del Conservatorio Martucci di Salerno Imma Battista e dal consigliere delegato della Città Metropolitana di Napoli Domenico Marrazzo.

All’inaugurazione è stato ospite il cantante Sal Da Vinci, una delle più belle voci del panorama musicale napoletano e nazionale.

“L’iniziativa – sottolinea il dirigente scolastico Benito Capossela – rappresenta il prosieguo di un impegno fortemente sostenuto dal sassofonista Elia Rosa a favore degli studenti privi delle possibilità economiche per fare musica. Siamo orgogliosi di aver reso possibile questo progetto nel Mezzogiorno, partendo dal nostro Liceo”.

Per l’occasione, è stato inciso il primo cd contenente l’inno alla bonifica del fiume Sarno dal titolo “Munno”, ideato dal maestro Aniello Misto che è stato poi donato ai sottoscrittori del protocollo, e che rappresenta la colonna sonora della manifestazione del 7 giugno prossimo, promossa da 70 scuole del territorio e dalle associazioni ambientaliste e sportive con una petizione per sollecitare gli interventi di bonifica del fiume Sarno.

Il XIII Concorso Musicale Nazionale – Premio “Elia Rosa” è stato organizzato dall’Associazione artistico-culturale Elia Rosa con il presidente Pasquale de Angelis, e appunto, dal Liceo Statale torrese Pitagora-Croce diretto dal preside Benito Capossela. Presenti all’evento il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione, il procuratore Alessandro Pennasilico, il referente di Libera Torre Annunziata don Ciro Cozzolino. Ospiti della serata l’artista peruviano Jorge Pardo, vincitore del Latin Grammy, Tony Esposito, i Popularia band di San Giorgio a Cremano e Tullio de Piscopo.

La bella giornata dedicata ad Elia Rosa, cui è stata intitolata la sala d’incisione, si è dunque articolata in due momenti: la mattina con l’inaugurazione e la sottoscrizione dell’accordo, e la sera dalle 18,30 con musica e spettacolo nell’incantevole scenario di Villa Parnaso.

A condurre la serata Dino Piacenti, di Radio Marte, Pio Luigi Piscicelli, attore protagonista della fiction di RAI Uno “Braccialetti rossi” ed ex alunno del Liceo “Pitagora-Croce” e con loro il professor Francesco Schuffer. La direzione artistica è stata affidata a Michele Montefusco dell’Orchestra Italiana. Sul palco, oltre le esibizioni delle quattro scuole finaliste del concorso, si sono alternati grandi artisti nazionali ed internazionali. A portare la propria musica i Migrantes, una band di migranti che trova la propria cifra musicale nelle sonorità tradizionali miste a tanta innovazione e Jacopo Rosa, figlio del musicista a cui è dedicato il premio, che con la sua band ha presentato l’inedito “Le cose che non ti ho detto”. Notevole l’esibizione di Jorge Pardo che ha presentato il nuovo singolo duettando con Aniello Misto.

Tullio De Piscopo
Tony Esposito con i giovani musicisti

La serata si è conclusa con uno spettacolo di fuochi pirotecnici ma soprattutto con la musica protagonista sul palco con Sal Da Vinci e con l’esibizione di due colonne della musica italiana Tony Esposito e Tullio De Piscopo che hanno coinvolto con cori e balli un pubblico per nulla scoraggiato dalla impietosa pioggia che non ha risparmiato la kermesse torrese.

Le quattro scuole finaliste del concorso sono state l’Istituto Comprensivo “Graziano” di Chiusi, vincitore nella “categoria A” del concorso per le Scuole medie inferiori ad indirizzo musicale; I.S.I.S. “Moscati” di Sant’Antimo, vincitore nella “categoria B” del concorso per i Licei musicali; Liceo “Carlo Levi” di Marano di Napoli, vincitore nella “Categoria E” del concorso per Musica da Camera dal duo all’orchestra (compreso coro); Liceo “Palizzi-Boccioni” di Napoli, vincitore nella “categoria D” del concorso per Solisti.

La giuria del concorso, presieduta da Gianni Conte, voce solista dell’Orchestra Italiana di Renzo Arbore, e composta da Massimo Volpe, pianista-tastierista e direttore d’orchestra: Sergio Cirillo, docente, musicista e autore di artisti del calibro di Andrea Bocelli; Nino Marchesano, ex giornalista di Repubblica, preside dell’Istituto Comprensivo “Marino-Santa Rosa” di Ponticelli; Giusi Del Pezzo, cantante ed insegnante di canto nella scuola “Elia Rosa”, ha premiato l’orchestra dell’l’I.S.I.S “Moscati” di Sant’Antimo, diretta dal maestro Donato De Simone.