Whirlpool, Cozzolino: «Dalla Lega solo spot. Di Maio faccia rispettare gli accordi»

Purtroppo è l’ennesima dimostrazione dell’incapacità di questo Governo che da oltre un anno resta in perenne campagna elettorale

415

«La questione della Whirpool mette per l’ennesima volta in luce le tante contraddizioni che sono all’interno del Governo Gialloverde. Un Governo fermo, impassibile dianzi a un’altra gravissima vicenda che colpisce al cuore Napoli e la Campania». E’ quanto afferma l’eurodeputato del Pd, Andrea Cozzolino, commentando la chiusura dello stabilimento Whirlpool di Napoli.


«La Lega non muove un dito per il Mezzogiorno, mentre va in fumo un altro pezzo importante del tessuto produttivo di quest’area. Si limitano a far finta di sollecitare i loro alleati, ma nel concreto continuano lo scaricabarile sulla pelle dei 433 lavoratori.

Purtroppo è l’ennesima dimostrazione dell’incapacità di questo Governo che da oltre un anno resta in perenne campagna elettorale. Una guerra interna fatta solo di slogan e poca sostanza. Il Governo – conclude Cozzolino – deve richiamare immediatamente l’azienda al rispetto dei patti chiusi in sede istituzionale. Accordi che garantivano la permanenza e gli investimenti fino al 2021. Lo deve fare per tutelare i lavoratori e le loro famiglie che oggi rischiano di finire in mezzo a una strada»