Musicoterapia e Calcio per la Sindrome dello Spettro Autistico e la Sindrome di Down”

Domenica 16 giugno presso il “Centro Sportivo Giacomo Piccolo” a Brusciano, l’Associazione “Centro Iso Musicale” di Pomigliano promuoverà un evento per favorire l’inclusione sociale

812

Domenica 16 giugno presso il “Centro Sportivo Giacomo Piccolo” in via Cucca, 6 a Brusciano, il “Centro Iso Musicale APS” di Pomigliano d’Arco in collaborazione con l’Academy Ianuale Promotion Calcio, realizzeranno un evento a favore dei bambini affetti dallo “Spettro Autistico” e dalla “Sindrome di Down”. L’intera mattinata sarà dedicata allo sport e alla solidarietà sui campi di calcio all’ interno della struttura bruscianese, dove trenta bambini affetti da Autismo e dalla Sindrome di Down, si cimenteranno in un percorso motorio calcistico supportati da venti ragazzi della scuola calcio Academy Ianuale Promotion. Un momento di inclusione sociale e di grande umanità, come dichiara il vice presidente dottor Saverio Antignani.

Il Centro Iso Musicale APS gestito dal responsabile Musicoterapeuta dott. prof. Domenico Manna, nasce a Pomigliano due anni fa da un suo progetto di Musicoterapia rivolto a bambini e adolescenti in difficoltà e che soffrono di disturbi pervasivi dell’età evolutiva, DSA, ADHD, DOP e Sindrome di Down, realizzato sul territorio, di Pomigliano d’Arco. Il progetto di Musicoterapia ha ricevuto per due anni consecutivi il patrocinio morale dal Ministero del Lavoro e delle politiche sociali e dell’Assessorato alle Politiche Sociali della Regione Campania nonchè dell’ ASL Napoli 3 Sud e dal Comune di Pomigliano d’Arco. Quest’ ultimo ha generosamente agevolato l’utilizzo di uno stabile in via Trento, che è ad oggi la sede operativa del Centro Autismo.

“Non solo,ma ha patrocinare moralmente il progetto – sottolinea il dott. Antignani – sono stati anche altri Comuni della zona come il Comune di Castello di Cisterna, Marigliano, Casalnuovo di Napoli, Brusciano, che oggi ha ospitato il secondo dei due eventi di inclusione da noi promossi nell’arco di quest’anno, il primo risale al mese di dicembre presso il Teatro Gloria di Pomigliano dove intervenne anche il Vescovo Monsignor Marino della Diocesi di Nola”.

L’ idea centrale del progetto è quella di unire la terapia medica alla musica. Con l’ausilio di un Equipe di professionisti del settore, il Musicoterapeuta e coadiuvante sanitario per il recupero dei soggetti svantaggiati Domenico Manna relaziona e stimola i bambini e adolescenti attraverso l’utilizzo degli strumenti musicali, musica, suono, melodie, canto per stimolare il controllo e la gestione delle proprie emozioni, la Musicoterapia è anche educativa e riabilitativa e con l’obbiettivo di abbattere le barriere comportamentali e sociali che affliggono questi pazienti e le loro famiglie. A comporre la squadra di medici impegnati nel progetto oltre al dott. Manna, la Psicologa dott.ssa Afrodite Esposito; la Logopedista dott.ssa Marianna Sasso; la Logopedista dott.ssa Angelica Nicolino; il Pedagogista Clinico dott.ssa Annamaria Beneduce; il Psicomotricista dott. Marco Gagliotta.

Siamo alla ricerca di sinergie con Enti Pubblici e Associazioni del settore per rendere questo servizio anche alle fasce deboli, dichiara il vice presidente Antignani: ”L’autismo è una Sindrome complessa molto più frequente di quanto non immaginiamo, ma non è una malattia mentre l’ignoranza lo è per questo ci auguriamo in futuro di poter sostenere altre manifestazioni come quella di domenica”.

”L’auspicio per il futuro – conclude il dott. Manna – è quello di dare più forza e visibilità a questi progetti sociali affinchè tutti siano sensibilizzati a questi problemi, perché le persone con autismo vanno abbracciate e non ghettizzate, perché quando vedo scattare un corto circuito emozionale ad uno dei bambini o adolescenti unici che curo, mi rendo conto che bisogna trovare interruttori giusti per far sì che si possa tracciare la memoria e gemmare nuove vie neuronali per il controllo e la gestione di se stessi e rivolto al mondo esterno”.