Wirlpool, OR.S.A. esprime complicità

Sindacato OR.S.A.: "Da ieri sera la nostra famiglia è cresciuta, la grande famiglia dei lavoratori che combattono contro chi li vuole servi e senza dignità è aumentata e lotta insieme"

158

Nonostante la Whirlpool abbia confermato di non voler chiudere e nemmeno disimpegnarsi dal sito di Napoli, mostrandosi quindi disponibile a ragionare sul proseguimento dell’attività, come è emerso dopo l’incontro di ieri l’altro

 

tenutosi al Ministero dello sviluppo economico, non tutte le nubi sembrano essersi diradate sul futuro dell’azienda e dei 400 lavoratori occupati nel sito produttivo campano. Per questo non si ferma la mobilitazione e si allarga il fronte dei solidali.

Di seguito la nota stampa del sindacato OR.S.A. Autoferro-Tpl Campania in merito alla vertenza dei lavoratori della Wirlpool di Napoli ed alla complicità espressa.

“Ieri sera, poco dopo le 22:30, una delegazione di lavoratori dell’EAV si è recata alla Whirpool per portare la propria solidarietà agli operai che stanno lottando per il posto di lavoro.

Ieri sera abbiamo voluto essere presenti, senza simboli o bandiere, solo come persone che vogliono essere vicine ad altre che vivono sulla propria pelle il dramma della perdita del posto di lavoro e lottano con tutte le forze che hanno e, soprattutto,

con grande determinazione per mantenere ciò lo Stato dovrebbe, invece, garantire.

Ieri sera siamo andati alla fabbrica di Napoli della Whirlpool come se fossimo dei parenti che fanno visita a dei loro congiunti in difficoltà ed abbiamo portato con noi, nel segno della grande tradizione napoletana, lo zucchero, il caffè e qualche biscottino per far sentire meglio la nostra vicinanza.

Da ieri sera la nostra famiglia è cresciuta, la grande famiglia dei lavoratori che combattono contro chi li vuole servi e senza dignità è aumentata e lotta insieme.

Grazie ragazzi per averci accolto !! Ricordatevi sempre che NAPOLI NON

MOLLA e che SOLO UNITI SI VINCE !!”