C’è l’accordo con Manolas, James in stand-by, ma spazio anche alle cessioni

Per il greco manca ancora l’intesa con la Roma, in molti nel frattempo sono pronti a fare le valige

85

Kostas Manolas vuole Napoli. Il difensore greco ha effettuato la sua scelta, condivisa anche dal club azzurro. C’è un accordo di massima anche sul contratto: pronto per il ventottenne un quinquennale da 3,6 milioni a stagione.


L’ultimo ostacolo rimane l’intesa da trovare con la Roma. De Laurentiis sta facendo forza sul fatto che il club giallorosso ha necessità di vendere entro fine giugno per restare nei limiti del Fairplay Finanziario e col passare dei giorni potrebbe accettare anche un cifra inferiore ai 36 milioni della clausola rescissoria di Manolas, magari inserendo nella negoziazione il cartellino di Diawara.

Fairplay Finanziario che potrebbe agevolare anche un’altra trattativa, quella per il giovane terzino sinistro Luca Pellegrini. La società partenopea è pronta a mettere sul tavolo 10 milioni.

Mentre l’affare James Rodriguez con il Real Madrid è in stand-by (il colombiano sta disputando un’ottima Copa America e le Merengues vogliono attendere la fine della competizione per avviare delle vere e proprie contrattazioni), in casa Napoli si pensa anche alle cessioni. In molti sembrano con la valigia in mano.

Hysaj è sempre vicino all’Atletico Madrid, anche se non c’è pieno accordo tra le società per il costo del trasferimento; Mario Rui è in orbita Torino, ma piace anche al Milan, con il tecnico Giampaolo che lo ha già avuto tra le sue file ai tempi di Empoli; il Parma è pronto a riscattare Sepe dopo il prestito nella stagione appena conclusa; Rog sembra essere il prescelto del Cagliari per sopperire all’imminente partenza di Barella; Inglese, di ritorno dal prestito, è un obiettivo della Fiorentina.

Queste cessioni porterebbe nelle casse azzurre un tesoretto che contribuirebbe parzialmente a raggiungere gli obiettivi di mercato dichiarati.

Salvatore Emmanuele Palumbo