Giugliano, rifiuti: serve tavolo con regione e governo

Il consigliere Pasquale Casoria: "L’auspicio di chi ha a cuore il nostro territorio è che, per l’ennesima volta, Giugliano non venga penalizzata ulteriormente dal governatore Vincenzo De Luca e dall’assessore Bonavitacola"

273

“Caro sindaco bisogna rimboccarsi le maniche prima che sia troppo tardi”. Il consigliere comunale di Giugliano Pasquale Casoria lancia un appello al primo cittadino Antonio Poziello per far sì che l’amministrazione assuma iniziative serie sul fronte dell’emergenza rifiuti.

“È noto a tutti, e non da ora – precisa il giovane esponente politico – che l’intera Regione si appresta ad entrare in una fase a dir poco drammatica. L’auspicio di chi ha a cuore il nostro territorio è che, per l’ennesima volta, Giugliano non venga

penalizzata ulteriormente dal governatore Vincenzo De Luca e dall’assessore Bonavitacola. Ricordo che nell’ultima campagna elettorale regionale è stato annunciato lo svuotamento delle eco-balle di Taverna del Re, ma le stesse sono rimaste al loro posto con le conseguenze che tutti possono intuire”.

Di qui la proposta di istituire “un tavolo di confronto con la partecipazione del sottosegretario di Stato all’Ambiente, Salvatore Micillo, il sindaco e il governo regionale”.

“Mi auguro – conclude Casoria – che accantonata la vicenda del completamento della giunta con l’ingresso di due nuovi assessori, venga accordata la giusta priorità ad un problema che rischia di mettere in ginocchio un territorio che ha già pagato un prezzo altissimo. Uniamo le forze e difendiamo i diritti dei nostri concittadini”.