Migranti, gommone si capovolge: un morto e 80 dispersi

Una imbarcazione con più di 80 migranti si è capovolta al largo delle coste della Tunisia in un naufragio avvenuto a largo di Zarzis

248

Una imbarcazione con più di 80 migranti si è capovolta al largo delle coste della Tunisia in un naufragio avvenuto ieri al largo di Zarzis. Lo ha riferito giovedì Reuters e lo conferma Alarm Phone, citando Chamseddine Marzoug, attivista e volontario della Mezzaluna rossa tunisina, secondo il quale «solo cinque persone sono sopravvissute, mentre almeno 80 sono disperse». Dei cinque superstiti uno, originario della Costa d’Avorio, in realtà è morto in ospedale.

Fonti locali riferiscono che sono già al lavoro Mezzaluna Rossa tunisina e Organizzazione Internazionale per le Migrazioni (Oim) in coordinamento con le autorità tunisine, per i soccorsi e le ricerche in mare, insieme ad alcune imbarcazioni di pescatori. Secondo le informazioni dei volontari della Mezzaluna Rossa tunisina, l’incidente è avvenuto mercoledì. Secondo un rappresentante dell’organizzazione, Montma Slim, uno dei sopravvissuti ha detto giovedì alla guardia costiera della Tunisia che la nave è affondata al largo della città di Zarzis.

Con i “viaggi della speranza” sono riprese le tragedie in mare anche se il traffico è rallentato. I dati dell’anno scorso ci dicono comunque che una persona su 14 muore sulla rotta dalla Libia verso l’Europa. Un rapporto delle Nazioni Unite, pubblicato a gennaio, ha rivelato che 6 tra rifugiati e migranti sono morti ogni giorno, nel 2018, mentre tentavano di attraversare il  Mediterraneo.