Ischia Film Festival, al traguardo ricordando Gregoretti

L'Ischia Film Festival aveva avuto il privilegio di averlo come ospite nel 2014, quando accompagnò il documentario su Pier Paolo Pasolini Un intellettuale di borgata

419

Cala il sipario sull’Ischia Film Festival 2019 che si chiude sempre all’insegna del grande cinema, in questo caso con Alice Rohrwacher e il suo Lazzaro Felice, film vincitore del premio per la migliore sceneggiatura al Festival di Cannes 2018.

Ma altrettanto attesi sono i verdetti delle giurie del concorso internazionale, per lungometraggi, cortometraggi e documentari, e delle sezioni Location Negata e Scenari Campani. Vedremo quali saranno i film vincitori dei premi  di questa diciassettesima edizione straordinariamente ricca di opere e di talenti.

I direttori artistici Michelangelo Messina e Boris Sollazzo esprimono inoltre il loro cordoglio per la morte di Ugo Gregoretti, straordinario artista, intellettuale e uomo di cinema. L’Ischia Film Festival aveva avuto il privilegio di averlo come ospite nel 2014, quando accompagnò il documentario su Pier Paolo Pasolini Un intellettuale di borgata, diretto da Enzo De Camillis, di cui era protagonista. Anche in quell’occasione deliziando il pubblico con la sua intelligenza, ironia e cultura, oltre che per la sua straordinaria umanità. Ci mancherà molto, e

mancherà al nostro paese.

Share
Condividi
PrecedenteBrusciano: “R-Estate Insieme 2019”
SuccessivoAndrea Camilleri, Autodifesa di Caino
avatar
Il settimanale “Il Gazzettino vesuviano” fondato nel 1971 da Pasquale Cirillo, si interessa delle tematiche legate al territorio vesuviano; dalla politica locale e regionale, a quella cultura che fonda le proprie radici nelle tradizioni ed è alla base delle tante realtà che operano sul territorio.