Nel mese di giugno 2019 il numero di ore di cassa integrazione complessivamente autorizzate è stato pari a 27,6 milioni, in aumento del 42,6% rispetto allo stesso mese
del 2018 (19,3 milioni). Un vero boom per quanto

 

riguarda la Cigs, per il 2019 infatti sono state autorizzate nel mese di giugno 18 milioni di ore con un incremento del 99% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. La crescita abnorme della cassa integrazione straordinaria indica una fase di incertezza profonda per le aziende. Il balzo delle ore richieste dagli imprenditori vuol dire che non c’è sicurezza sulle prospettive, sugli ordinativi e sull’attività futura.

INTERVENTI ORDINARI (CIGO) – Le ore di cassa integrazione ordinaria autorizzate a giugno 2019 sono state 8,1 milioni. Un anno prima, nel mese di giugno 2018, erano state 9,8 milioni: di conseguenza, la variazione tendenziale è pari a -17,2%. In particolare, la variazione tendenziale è stata pari a -8,4% nel settore Industria e -37,3% nel settore Edilizia. La variazione congiunturale registra nel mese di giugno 2019 rispetto al mese
precedente un decremento pari al 6,0%.

INTERVENTI STRAORDINARI (CIGS) – Il numero di ore di cassa integrazione straordinaria autorizzate a giugno 2019 è stato pari a 18,8 milioni, di cui 5,2 milioni per solidarietà, registrando un incremento pari al 99,8% rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, che registrava 9,4 milioni di ore autorizzate. Nel mese di giugno 2019 rispetto al mese precedente si registra una variazione congiunturale pari al +13,9%.

INTERVENTI IN DEROGA (CIGD) – Gli interventi in deroga sono stati pari a circa 0,6 milioni di ore autorizzate a giugno 2019 registrando un incremento del 451,7% se raffrontati con giugno 2018, mese nel quale erano state autorizzate 0,1 milioni di ore. La variazione congiunturale registra nel mese di giugno 2019 rispetto al mese precedente un incremento pari al 1.953,0%.