S. Giorgio a Cremano, corteo e fiaccolata degli invisibili

Lavoratori USB: "la Cooperativa ATI-Teseo ed il Comune di S. Giorgio a Cremano non hanno fornito risposte risolutive al problema della criticità economica e non si riscontra alcuna assunzione di responsabilità per garantire, a partire dai prossimi mesi, il Servizio ai Cittadini"

316

Un comunicato dell’USB (Unione Sindacale di Base), che pubblichiamo di seguito, informa della mobilitazione prevista per oggi dai lavoratori della Cooperativa ATI-Teseo – che non percepiscono lo stipendio da dieci mesi – per sbloccare una vertenza le cui parole d’ordine sono stabilizzazione e diritto al salario.

“In continuità con la lotta che i lavoratori delle Cooperative Sociali hanno messo in atto negli ultimi anni per rivendicare il diritto alla stabilizzazione delle attività al servizio ai cittadini, ed il diritto al salario, sabato 20 luglio 2019 alle ore 19.00 è stata indetta una manifestazione Cittadina sul territorio di S. Giorgio a Cremano con concentramento presso la sede della Cooperativa in Via Manzoni.

Un corteo degli invisibili che nonostante l’impegno costante e giornaliero al servizio del Welfare per garantire assistenza alle categorie protette ed alle fasce deboli NON PERCEPISCONO STIPENDIO DA 10 MESI.

La Cooperativa ATI-Teseo ed il Comune di S. Giorgio a Cremano non hanno fornito risposte risolutive al problema della criticità economica e non si riscontra alcuna assunzione di responsabilità per garantire, a partire dai prossimi mesi, il Servizio ai Cittadini di S. Giorgio a Cremano.

I lavoratori hanno dimostrato la loro responsabilità!!!! È ora di dire basta con le Cooperative che fanno affari, ed è ora di internalizzare le attività per le reiterate inadempienze!!!!!

La manifestazione di Sabato 20 luglio 2019 in continuità con le tante iniziative di lotta attuate sul territorio con presidi, assemblee pubbliche, scioperi assoggettati alle leggi di autoregolamentazione per il carattere di

pubblica utilità del Servizio, avrà un ulteriore seguito con lo sciopero di 48 ore del 23 e 24 luglio 2019, e non fermeranno l’impegno dei lavoratori.

Il WELFARE è un diritto e la dignità degli operatori addetti deve essere rispettata.

Il Sindaco di S. Giorgio a Cremano dia un segnale politico di inversione di rotta e garantisca certezze ai cittadini del territorio! La lotta per il lavoro, per il salario, per la stabilizzazione dei servizi ai cittadini continuerà senza soste per sensibilizzare e costringere le parti sociali a dare risposte concrete alle esigenze della collettività”.