Torre del Greco: zoomafia e anti bracconaggio

Sequestrati numerosi esemplari di Cardellini che erano posti su un balcone di un’abitazione e ben visibili dalla strada principale

325
Ieri mattina, 19 luglio 2019, è scattato un blitz dei Carabinieri Forestali di Torre del Greco, congiuntamente alle Guardie Giurate Venatorie-Zoofile del WWF Italia, Nucleo di Napoli, in località Torre del Greco, presso  una civile abitazione. Il controllo è stato finalizzato all’accertamento di reati in danno dell’ambiente e della fauna selvatica.
Quindi è stato possibile accertare un reato per la detenzione illegale di avifauna particolarmente protetta.
Sono stati sequestrati numerosi esemplari di Cardellini che erano posti su un balcone di un’abitazione e ben visibili dalla strada principale. La sola detenzione di questi esemplari di uccelli – dichiara Bruno Cajano, coordinatore del nucleo Guardie del WWF di Napoli e provincia – costituisce illecito penale, ma è evidente che la cattura di tali uccelli sia finalizzato al commercio illegale. Si tenga conto che alcuni esemplari di cardellini hanno un valore usuale sul mercato che varia da 10 euro fino ad aumentare, per le doti canore, fino a decine di migliaia di euro.
I controlli anti bracconaggio da parte delle Guardie Giurate del WWF Italia sono costanti e continui, ma tutte le persone che vengono denunciate si giustificano sempre appellandosi alla passione nel detenere tali animali. In verità, alle spalle di questa fantomatica “passione” si nasconde un vero e proprio sistema criminale, che con un facile neologismo si può riassumere in ZOOMAFIE.
Gli esemplari sono stati immediatamente  trasportati per le cure necessarie al “ CRAS IL Frullone” di Napoli per la successiva liberazione, previa riabilitazione motoria.
Si coglie l’occasione per ringraziare vivamente i Carabinieri Forestale.