Lavoro, sottoscritto CCNL delle multiservizi

Nel contratto siglato tra i sindacati e la Confederazione dei piccoli imprenditori è previsto un rafforzamento normativo nei casi di cambio d’appalto, molto frequenti nel settore di riferimento, per mantenere inalterato il livello occupazionale dei lavoratori interessati

323

In data 17 luglio 2019 presso la sede Nazionale della Co.N.A.P.I (Confederazione Nazionale Piccoli Imprenditori) sita in Roma le Organizzazioni sindacali FAILMS -Conf.S.A.F.I. U.L.S.S.A. F.L.I.A. Servizi C.E.S.I.L. FILCAS CASIL CONF.A.I.L. FENALT-SALPI C.NA.L. CONFINTESA S.A.T.I.L. U.A.P. hanno sottoscritto il CCNL multiservizi che andrà in vigore dal 1 agosto 2019 al 31 luglio 2022. Ecco, di seguito, una sintesi in attesa della pubblicazione del testo integrale sul sito del CNEL.

La stipula del presente Contratto Collettivo Nazionale che andrà in vigore dal 1 agosto 2019 al 31 luglio 2022 , nasce dal contemperamento di una esigenza, quella della prioritaria necessità di mantenere una retribuzione che

sia ancorata al tradizionale ed intramontabile principio sancito dall’art. 36 della Costituzione che tutela una retribuzione proporzionata alla quantità e alla qualità del lavoro prestato e che in ogni caso sia sufficiente ad assicurare a sé e alla famiglia un’esistenza libera e dignitosa e nel rispetto dell’ art. 39 della Costituzione Italiana, della Carta dei Diritti Fondamentali dell’ Unione Europea, e contro ogni forma di violazione dei diritti di equità sociale e sindacale.

Questo Contratto Collettivo Nazionale rappresenta, pertanto, il plafond contrattuale per definire quel complesso minimo inderogabile delle retribuzioni, delle norme, dei diritti e delle regole necessarie per configurare un rapporto di lavoro contrattualmente corretto. Le Parti hanno scelto, perciò, di porre in essere, ai vari livelli, un modello di relazioni sindacali e di Contrattazione collettiva, in cui prevalga il principio di partecipazione, di collaborazione, e al tempo stesso, ispirata ai valori di correttezza, di sussidiarietà, di solidarietà e flessibilità, nel rispetto dell’obiettivo primario di favorire la massima occupazione.

A tal scopo, è stato previsto un rafforzamento normativo nei casi di cambio d’appalto, molto frequenti nel settore di riferimento, per mantenere inalterato il livello occupazionale dei lavoratori interessati. Inoltre con l’applicazione di questo contratto collettivo nazionale di lavoro, alle lavoratrici e ai lavoratori è prevista la tutela contro i licenziamenti illegittimi: di fatto è stata introdotta l’applicazione dell’ ex art.18 dello statuto dei lavoratori per tutte le lavoratrici e i lavoratori .

Altra nota evidente evincibile dal presente CCNL è una particolare attenzione alla ricerca della continua formazione professionale del lavoratore, elemento imprescindibile per adeguarsi ad un sistema organizzativo-lavorativo sempre più dinamico. Il presente

CCNL, infine, dedica una particolare attenzione alla tutela delle lavoratrici madri , del diritto allo studio al lavoratore dipendente,sicurezza sui luoghi di lavoro, contrasto e prevenzione al fenomeno mobbing su luoghi di lavoro. Il tutto è stato pensato con la mente e le idee proposte delle Lavoratrici e dei Lavoratori, soprattutto con il loro cuore. Perché il lavoro è delle Lavoratrici e dei Lavoratori.

“Infine , non esiteremo ad elogiare e appoggiare qualsivoglia altra organizzazione sindacale che apporterebbe migliorie ai lavoratori , in quanto lo scopo del sindacato è e deve essere unico: la tutela delle lavoratrici e dei lavoratori. Riteniamo che per il benessere e soprattutto nell’interesse delle lavoratrici e dei lavoratori le proposte migliorative per il lavoro non hanno né colore, né numeri, né tantomeno bandiere”, così commenta Gigi Riccardi dell’U.L.S.S.A.