Ospedali, lavoratori in stato di agitazione

Le organizzazioni sindacali FSI-USAE e NURSING.UP vista la grave situazione in cui versa l'assistenza nei presidi di Castellammare di Stabia, Sorrento-Vico, Boscotrecase indicono lo stato di agitazione del personale

389

Con una lettera indirizzata al Commissario regionale alla Sanità, ai sindaci di Castellammare di Stabia, Sorrento, Torre Annunziata, al Difensore Civico Regionale ed al prefetto, i lavoratori appartenenti alle sigle sindacali FSI-USAE e NURSING.UP lamentano le gravissime condizioni

 

in cui versa il servizio sanitario nei nosocomi della provincia di Napoli e le difficili condizioni di lavoro.

“Le organizzazioni sindacali FSI-USAE e NURSING.UP vista la grave situazione in cui versa l’assistenza nei presidi di Castellammare di Stabia, Sorrento-Vico, Boscotrecase, dove non si riesce a garantire un minimo di assistenza nel pronto soccorso eed in alcune unità di degenza;

Considerato che l’assenza di direttive e provvedimenti concreti legittima inizitive estemporanee ed approssimate che compromettono anche l’esistente; ritenuto ciò ascrivibile ad una gestione complessivamente carente del management aziendale;

Preso atto che tutti gli appelli rivolti alla direzine aziendale di avviare un confronto con le organizzazioni sindacali, per soluzioni condivise, non approssimate e coerenti con i bisogni del’utenza, sono state vlutamente ignorate; denunciano una situazione allarmante a danno dell’utenza e dei lavoratori costretti ad operare in condizioni allucinanti.

Pertanto indicono lo stato di agitazione del personale, riservandosi ogni altra opportuna azione e chiedono l’intervento degli organi competenti per ripristinare il diritto all’assistenza agli utenti”.

 

 

 

Share