Amalfi, il primo agosto le Ebbanesis protagoniste del Concerto al Tramonto

Un'esperienza nella quale alla bellezza della musica si uniscono le suggestioni della natura con i fianchi scoscesi dei Monti Lattari che selvaggiamente affondano al Mediterraneo

217

Le armonie vocali delle Ebbanesis si fondono alla bellezza mozzafiato di un belvedere proteso sul Mediterraneo, per il Concerto al Tramonto di giovedì 1 agosto 2019 alle ore 19.00, uno degli appuntamenti più suggestivi del cartellone estivo promosso dall’Amministrazione Comunale di Amalfi, guidata dal sindaco Daniele Milano, e a cura dell’assessore ad eventi e cultura Enza Cobalto.

L’appuntamento col fenomeno musicale del web, il duo Viviana & Serena che ha conquistato milioni di visualizzazioni per i propri video nei quali reinterpreta in chiave tradizionale partenopea i grandi successi della musica internazionale, è sulla panoramica piazzetta di Lone. Il piccolo gioiello nascosto in uno dei borghi dell’Antica Repubblica Marinara che ogni anno ospita il Concerto al Tramonto.  Il duo Ebbanesis, composto da Viviana Cangiano e Serena Pisa, nasce sul web a giugno 2017 e miete un grande successo mediatico: la loro pagina è seguita da oltre 100.000 followers da ogni parte del mondo.

Lo spettacolo-concerto, con piacevoli siparietti umoristici che esaltano le loro doti attoriali, alterna brani della canzone popolare italiana a quelli della canzone classica napoletana. Due voci e una chitarra che collaborano in totale armonia; in concerto classici della canzone napoletana come Reginella, ‘O sarracino, Rundinella, ‘O zappatore, ‘A rumba de scugnizzi, ‘O sole mio, e tanti altri tutti rivisitati, ma anche brani di respiro internazionale adattati dalle Ebbanesis e tradotti in napoletano. Ultimo, in ordine di tempo, il successo mediatico di Bohemian Rhapsody dei Queen che ha registrato sul web oltre 2.000.000 di visualizzazioni.

A fare da cornice al Concerto al Tramonto del primo agosto, punto fisso degli eventi amalfitani, uno spettacolo mozzafiato. Mentre viene accompagnata dalla musica, la platea vede il giorno spegnersi  nel Mediterraneo in lingue di fuoco e poi in bagliori rosati sempre più tenui, da una piazzetta a strapiombo sul mare blu della terra delle sirene. Con il panorama del Golfo di Salerno incorniciato tra la facciata della chiesa di Santa Maria Vergine e il suo campanile, che si staglia contro il mare al lato opposto della piazzetta. Un’esperienza nella quale alla bellezza della musica si uniscono le suggestioni della natura con i fianchi scoscesi dei Monti Lattari che selvaggiamente affondano al Mediterraneo e che solo Amalfi, col suo inconfondibile paesaggio, può offrire.