Serie B 2019-2020, ecco la nostra classifica di fine stagione

Tra sorprese e conferme, il prossimo campionato di serie B potrà essere uno dei campionati più belli ed avvincenti degli ultimi anni

1146

La serie B italiana ritorna oggi, Venerdì 23 Agosto, ad aprire il secondo campionato di calcio italiano sarà la sfida fra il neo-promosso Pisa e il Benevento alle 21. Come da buon rito non ci lasciamo sfuggire l’occasione di avanzare qualche pronostico su quella che sarà la classifica al termine della stagione sportiva.

Partendo dal fondo: a rischiare di più sarà sicuramente il Pisa, matricola del campionato e che quindi dovrà adattarsi più velocemente possibile ai ritmi della seconda divisione. Altra squadra che si colloca nella zona rossa è il Trapani, che dopo due stagioni in Lega Pro, fa ritorno per la seconda volta nella sua storia, in serie B. La squadra allenata da Francesco Baldini, ex tecnico della Juventus Primavera, ha subito durante l’estate importanti cambiamenti, sopratutto in ambito societario con l’acquisto del club da parte di Giorgio Heller, imprenditore di origini romane. Passiamo alla Virtus Entella che solo un anno fa ha dato vita ad un’importante rimonta per ottenere la promozione. La formazione di Roberto Boscaglia, tuttavia, necessita ancora di innesti. Infine vi è la Juve Stabia, squadra campana, che può contare su una difesa che lo scorso anno ha garantito solidità e sicurezza; il centrocampo sembra essere completato, sicuramente manca ancora qualcosa in attacco per poter presentare una formazione che possa lottare apertamente per la permanenza nella seconda serie italiana.

Nella zona play-out, la sfida riguarderà, a nostro avviso, il Pordenone, il Venezia, il Livorno e il Cosenza.Nella parte centrale della classifica troviamo sicuramente Ascoli e Perugia, che possono essere considerate due squadre molto velenose, sia per la già lunga militanza dell’Ascoli in serie B sia per l’imprevedibilità del Perugia di Massimo Oddo, che recentemente ha eliminato il Brescia per 2-1. A completare il mosaico centrale del campionato, aggiungiamo anche lo Spezia, che in panchina avrà Vincenzo Italiano. Infine ci sono Pescara e Cittadella, con la prima squadra che l’anno scorso ha sopreso tutti durante i play-off, mentre la seconda dal 2016 ha sempre detto la sua nella contesa per un posto tra le promosse per la serie A.

Per la zona Play-off, la prima squadra, a nostro avviso, sarà la Cremonese, che nella sessione di mercato ha cercato di fare pochi acquisti, ma molto virati. La solidità e la riconferma di gran parte della formazione, compresa la guida tecnica, sono le armi su cui punta la squadra lombarda. Altro undici che dirà sicuramente la sua sarà il Chievo-Verona, che dopo tanti anni di militanza nel massimo campionato italiano, si ritrova a dover lottare per ritornarci. La formazione ha potuto contare su un importante contributo economico, il cosìdetto “paracadute finanziario”assegnato dalla FIGC alle squadre che retrocedono dalla Serie A, con cui il Chievo si è aggiudicato nomi come Leverbe e Ivan dalla Sampdoria, Esposito dalla Spal, senza dimenticare le conferme di nomi come: Tomovic, Hetemaj e Stepinski. Passiamo ad un’altra formazione della Campania, questa volta è il turno della Salernitana. Il patron Lotito ha deciso di affidare la panchina all’ex ct della nazionale italiana maggiore di calcio, Gianpiero Ventura. La squadra di Salerno inoltre può vantare un importante pedina in attacco come Alessio Cerci. L’obiettivo dei play-off, a questo punto sembra essere il minimo dovuto. Ultima squadra è il Crotone, la meno costante tra le altre della quota play-off. La formazione di Giovanni Stroppa cerca ed ha bisogno di tranquillità per poter fare un campionato come quello visto nella seconda parte della scorsa stagione. Il mercato è stato uno tra i migliori, sia per le conferme, sia per i nuovi arrivi, uno su tutti, quello di Maxi Lopez.

 

 

Nella parte più alta della classifica, quella della promozione diretta, sarà sfida a tre fra Benevento, Empoli e Frosinone. E sarà proprio questo l’ordine, secondo noi, con cui si chiuderà questa parte di classifica. Il Benevento, che già la scorsa stagione aveva sfiorato il clamoroso ritorno in serie A, questa voltà potra farcela come prima della classe. Alla guida tecnica della formazione campana c’è Filippo Inzaghi, ex allenatore di Milan, Venezia e Bologna. Punta diamante del mercato del Benevento è sicuramente l’attaccante esterno Marco Sau.

In seconda posizione collochiamo l’Empoli, che la scorsa stagione si è giocato la salvezza fino all’ultima giornata, dove ha sfiorato l’impresa contro l’Inter al Meazza. Quest’anno la squadra toscana dovrà fare a meno sia del tecnico Andreazzoli, passato alla guida del Genoa, sia di numerosi talenti come: Krunic e Bennacer, che sono finiti al Milan, Di Lorenzo al Napoli, Caputo al Sassuolo, Pucciarelli al Chievo. La formazione guidata da mister Bucchi, può comunque contare su acquisti come Laribi, Mancuso e Moreo.

A completare l’ultimo tassello della nostra griglia c’è il Frosinone di Alessandro Nesta, altro ex Milan, che non potrà contare sul supporto di Ciofani, storico marcatore dei ciociari. Gli acquisti e i cambiamenti sono stati tanti ed importanti, come ad esempio: Szyiminsky e Salvi in difesa, Vitale, Rohden e Haas a centrocampo. I tifosi sperano che Trotta e co. in attacco non facciano mancare ciò che Ciofani ha garantito in molti anni di servizio alla squadra, ovvero i gol.

 

Si conclude così la nostra griglia per il campionato italiano di Serie B 2019/2020, che quest’anno regalerà sicuramente a tutti gli amanti del calcio,uno spettacolo da non perdere. Buon campionato a tutti.