Rifiuti, operazione “reset” a Ercolano e multe ai furbetti

Nei giorni scorsi la Buttol ha lanciato anche la campagna “Riusa, riduci, ricicla”, un messaggio indirizzato proprio ai cittadini che non rispettano il calendario

172

E’ partita l’operazione “reset” a Ercolano. La città degli Scavi è stata interessata da un piano straordinario di raccolta dei rifiuti abbandonati dai furbetti del sacchetto. La Buttol, di concerto con l’amministrazione comunale, ha avviato l’opera di azzeramento di tutto il territorio, mettendo in campo risorse extra al fine di rendere la città di Ercolano decorosa e all’altezza del nome che porta.

Contestualmente è stato potenziato anche il servizio di lavaggio e disinfezione delle strade interessate dai cumuli generati dall’abbandono indiscriminato di rifiuti, attraverso una macchina lavastrade messa a disposizione dall’azienda.

Contemporaneamente è partita anche un’azione di contrasto all’abbandono dei rifiuti, con una task force congiunta tra Azienda e amministrazione comunale. Controlli a tappeto che sono stati coordinati dall’Ente, volti a individuare i furbetti dell’abbandono dei rifiuti.

Nei giorni scorsi la Buttol ha lanciato anche la campagna “Riusa, riduci, ricicla”, un messaggio indirizzato proprio ai cittadini che non rispettano il calendario di conferimento. Un modo anche per sensibilizzare la cittadinanza nel pieno di una crisi regionale dei rifiuti e in vista dello stop forzato del termovalorizzatore di Acerra a settembre, che rischia di creare nuovi disagi in tutte le città della Campania.