Beccato Robert Lisowski, evaso dal carcere di Poggioreale

La Polizia lo ha individuato in corso Garibaldi all'angolo con via Camillo Porzio. Il polacco di 32 anni era recluso con l'accusa di omicidio

846

Poco dopo le 22 di oggi, grazie alle indagini coordinate dalla Procura della Repubblica, svolte ininterrottamente fin dal momento dell’evasione, personale della Squadra Mobile di Napoli e dei carabinieri hanno catturato Robert Lisowski, fuggito ieri mattina dalla Casa Circondariale di Poggioreale.

Il blitz di Polizia e Carabinieri è scattato in serata. Gli investigatori che erano già sulle sue tracce lo hanno intercettato per strada, in corso Garibaldi all’angolo con via Camillo Porzio a pochi chilometri dal carcere, e lo hanno condotto in questura. E’ un pericoloso assassino: un anno fa uccise a coltellate un uomo di nazionalità ucraina, che gli aveva impedito di molestare una donna.

Ieri sera era claudicante (ora è ricoverato nell’ospedale Cardarelli, ndr) a causa di una brutta ferita che si è procurato scavalcando il muro ed ormai esausto e gli agenti della Squadra Mobile di Napoli, coordinati dalla dottoressa Nunzia Brancato, hanno stretto il cerchio in poche ore. Quando, ieri sera, ha visto la pattuglia della Polizia di Stato avvicinarsi, si è nascosto tra due auto, in corso Garibaldi all’angolo con via Camillo Porzio.
Gli agenti però non se lo sono fatto sfuggire: lui si è mostrato arrendevole, infiacchito dal dolore. Ha chiesto agli agenti un po’ d’acqua e poi si è fatto ammanettare.

“Sono orgoglioso delle donne e degli uomini della Questura, che hanno lavorato con impegno e professionalità straordinari. Questa cattura è inoltre frutto di una perfetta sinergia e di un efficace scambio di informazioni con i colleghi dell’Arma dei Carabinieri”. ha cos’ dichiarato il Questore di Napoli, Alessandro Giuliano.