Cilento, B&B e case vacanza: evasione fiscale milionaria

Controlli incrociati della GdF tra gli elenchi comunali e gli annunci sul web: coinvolte 68 strutture extralberghiere

392

Evasione fiscale da oltre un milione di euro, che vede coinvolti “B&B” e “case vacanze” del Cilento, è stata scoperta dai finanzieri di Agropoli in provincia di Salerno. Nell’ambito dell’operazione “Bed & Black” hanno individuato 65 appartamenti e 3 “bed & breakfast” sprovvisti di autorizzazioni.

Incrociando gli elenchi comunali e gli annunci sul web sono stati scoperti in particolare due fratelli di Agropoli che avrebbero sottratto all’Erario 270mila euro (hanno affittato 29 mini-appartamenti in località Licinella di Capaccio – Paestum) e due famiglie di

Santa Maria di Castellabate, proprietarie di ben 22 appartamenti che avrebbero evaso redditi per circa 600 mila euro.

Altri due gestori di “B&B” del borgo antico di Agropoli affittavano completamente “in nero” le camere delle proprie strutture usando i servizi e la pubblicità di una nota piattaforma web, dalla quale ricevevano regolare fattura per l’attività di intermediazione. Ogni singola camera fruttava anche 4 mila euro all’anno.