Seconda giornata ed è subito sfida alla Juventus

Domani sera a Torino la partita tra azzurri e bianconeri. Convocato Lozano, di nuovo non ci sarà Milik (e forse neanche Sarri)

178

Strano e particolare che il big match dell’intero campionato di Serie A si giochi già alla seconda giornata, ma così sarà: domani alla 20.45 fischio d’inizio di Juventus-Napoli, sfida tra le due squadre più accreditate per la lotta scudetto.


Reduce dalla sofferta vittoria di Firenze, Ancelotti sembra voler confermare la formazione iniziale schierata al Franchi, con la sola eccezione di Ghoulam preferito a Mario Rui sul versante sinistro di difesa. Spazio quindi a Mertens come unica punta (complice un Milik ancora infortunato e non partito alla volta di Torino) con il terzetto Callejon-Fabán Ruiz-Insigne sulla linea dei trequartisti. Lozano alla prima convocazione azzurra si accomoderà inizialmente in panchina, nonostante il tecnico in conferenza stampa abbia detto di averlo visto in forma e pronto a giocare: darà il suo contributo a partita in corso. Un ultimo dubbio è sul terzino destro: probabile l’impiego di Di Lorenzo, ma Ancelotti sta valutando la possibilità di inserire Maksimovic, come già fatto lo scorso anno in Champions League. Molto dipenderà anche dallo schieramento della Juventus: se giocherà con il doppio centravanti, è probabile la collocazione del difensore serbo sulla fascia.

Sulla sponda bianconera il grande punto interrogativo è la presenza di Maurizio Sarri. L’allenatore è ancora alle prese con la polmonite che lo ha colpito una decina di giorni fa ed è da valutare se riuscirà a sedere in panchina oppure dovrà rinunciare al primo scontro con la sua ex squadra. Per quanto concerne il campo, da registrare il grave infortunio di Chiellini: il capitano juventino ha riportato la lesione del crociato e dovrà essere fermo ai box per almeno 5 mesi. Al suo posto ci sarà De Ligt. Sempre out Ramsey e possibile rinnovo di fiducia per Higuain, che sarà schierato al centro dell’attacco con Ronaldo e Douglas Costa sugli esterni. Nuovamente in panca i nuovi arrivi Danilo e Rabiot, che perdono il ballottaggio con De Sciglio e Matuidi.

Un ulteriore spunto lo porta la designazione arbitrale. Per la gara di domani sera è stato scelto Orsato, che tutti ricordano per l’arbitraggio del famigerato Inter-Juventus del 28 aprile 2018, partita segnalata da molti come quella che ha spezzato definitivamente i sogni tricolori del Napoli, con il fischietto protagonista della mancata espulsione di Pjanic. Orsato, secondo indiscrezioni, era il meno gradito alla società partenopea per questo big match. Vedremo se la ‘giacchetta nera’ di Schio subirà la pressione per il precedente o sarebbe stato più oculato da parte del designatore Rizzoli attuare una scelta differente.

Salvatore Emmanuele Palumbo