L’orgoglio torrese sale sul primo gradino del podio e urla la sua appartenenza a una terra troppo spesso su podi per nulla edificanti. L’impegno, la caparbietà e la passione di Irma Testa l’hanno portato sul trono d’Europa.

Con una prestazione superlativa agli Europei 2019 di boxe femminile che si sono conclusi oggi al Pabellon Amaya Valdemoro di Madrid (Spagna) l’azzurra di Torre Annunziata ha dominato l’atleta inglese Karriss Artingstall senza appello. Il verdetto è stato unanime: un 5-0 che non ammette repliche (ben quattro 30-27 e solo un 29-28). Un match che Irma ha affrontato tirando fuori tutta la grinta di cui è capace fondendola con capacità tecniche e ardore agonistico che dal ring iberico la hanno proiettata, se ce ne fosse stato ancora bisogno, nell’Olimpo della boxe Elite, conquistando meritatamente la medaglia d’oro tra le 57 kg.

La migliore di sempre la Irma salita sul ring oggi pomeriggio. E’ scesa di peso e nella nuova categoria non ha saputo fare meno che vincere subito l’oro. Non ce n’è per nessuno. La “torrese d’Oro” ha imparato a prende l’iniziativa e a demolire qualunque avversaria.

Dopo le lacrime della campionessa, lacrime di gioia sgorgate subito dopo il verdetto, non resta che festeggiare Irma Testa e la Boxe Vesuviana, con i maestri Lucio e Biagio Zurlo, per questa nuova vittoria e per questo nuovo cammino iniziato nel migliore dei modi.

Da sottolineare infine tutta la bella prestazione delle azzurre a questo dodicesimo europeo femminile. Su otto atlete in partenza, ben cinque sono andate in medaglia. Nelle tre finali di oggi la squadra azzurra aveva tre ragazze napoletane, ed alla fine i titoli continentali conquistati sono stati due: Irma Testa e Francesca Amato; argento, invece, per Angela Carini, mentre i due bronzi, ottenuti ieri, sono quelli di Roberta Bonatti e Flavia Severin.