Rapinarono sala scommesse ferendo un dipendente. Preso il quarto complice

Il provvedimento è scaturito dalle indagini condotte proprio dai Carabinieri di Pozzuoli e dirette e coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, Settima Sezione, a seguito della rapina messa in atto il 20 luglio scorso

192

E’ stato arrestato a Pomigliano d’Arco, Salvatore Somma, nato a Napoli l’11 marzo del 1986. Ad eseguire l’Ordinanza di Custodia Cautelare emessa dal Tribunale di Napoli – Sezione G.I.P. – Ufficio 36, per i reati di rapina aggravata e tentato omicidio in concorso, i militari della Compagnia Carabinieri di Pozzuoli in collaborazione con l’Arma locale.

Il provvedimento è scaturito dalle indagini condotte proprio dai Carabinieri di Pozzuoli e dirette e coordinate dalla Procura della Repubblica di Napoli, Settima Sezione, a seguito della rapina messa in atto il 20 luglio scorso, pochi minuti dopo la mezzanotte,  presso una sala scommesse di Quarto in via Campana, in cui rimase gravemente ferito il dipendente  Diego Scaramuzzo.

Gli elementi raccolti mediante l’analisi di immagini di sistemi di videosorveglianza privata e le attività tecniche condotte hanno dapprima permesso di configurare un solido quadro indiziario a carico di Beniamino Cipolletta, nato a Napoli il 09 settembre del1996, Beniamino Cipolletta, nato a Napoli il 05 agosto del 2000 e Vincenzo Baia, nato a Napoli il 27 marzo 1990, tutt’ora detenuti e successivamente a carico proprio di Somma quale ultimo autore della efferata azione criminosa.

Il suo compito fu quello di autista del commando che commetteva la rapina, nascondendo e posizionando l’auto per una più favorevole fuga e inoltre fece da “palo”. Salvatore Somma è stato associato presso la casa Circondariale di Poggioreale.