Pomigliano d’Arco: riaprono le scuole, la nuova rete ciclabile crea disagi

Consigliere Cioffi M5S “Amministrazione incapace ad organizzare e pianificare”. Il post polemico e ironico del consigliere non ha scoraggiano la linea programmatica di Russo, una “Ciclopedalata cittadina” per presentare il nuovo percorso ciclabile

966

Il Sindaco Russo presenzia l’apertura dell’anno scolastico dalla scuola elementare Frasso in via Indipendenza nel cuore della citta. Al suono delle campanella l’Amministrazione augura a tutti gli alunni, i docenti e i dirigenti scolastici della cittadina un anno prospero nonostante il malumore dei pomiglianesi, scatenato dai disagi alla circolazione per la  presenza dei cantieri per il rifacimento dei marciapiedi e delle piste ciclabili costruite a ridosso degli ingressi principali degli istituti scolastici Omero in via Mazzini e della scuola media Mauro Leone a via Fratelli Bandiera.


Nei giorni precedenti all’apertura dei plessi scolastici è stato pubblicato un avviso per la cittadinanza, nel quale si suggeriva ai cittadini di limitare l’utilizzo delle autovetture private per gli “accompagnamenti scolastici“ invitando i genitori ad utilizzare le aree di parcheggio, gratuite fino alle 8:30, nelle vicinanze degli istituti interessati. Si è subito generata la polemica social nella quale è intervenuto anche il consigliere comunale del M5s Salvatore Cioffi al quale i cittadini dissenzienti si sono rivolti. Il giovane pentastellato in un post ha espresso la sua solidarietà alla cittadinanza con la promessa di presentare le istanze popolari al prossimo consiglio comunale e attaccando l’Amministrazione Russo  dichiarando: “Le piste ciclabili sono sicuramente un’innovazione, ma ancora una volta questa Amministrazione, la peggiore degli ultimi 50 anni, dimostra la sua incapacità nel programmare, progettare, pianificare nel rispetto delle esigenze dei cittadini, ad oggi non ci sono parcheggi sufficienti, i cordoli,i cantieri e i camion della nettezza urbana che circolano negli orari di maggior afflusso daranno un bel da fare ai nostri vigili urbani a cui va il mio più sentito buon lavoro”.

Ma il post polemico e ironico del consigliere non ha scoraggiano la linea programmatica di Russo, rivolta alla creazione di una città sana e vivibile senza polveri sottili. I lavori dovrebbero cessare a breve e di  tutta risposta  per gli scettici della bici, l’Amministrazione ha organizzato una “Ciclopedalata cittadina” per domenica 15 settembre che di muoverà da Piazza Giovanni Leone e percorrerà tutto il nuovo base ciclabile. Il mezzo a due ruote per il primo cittadino resta l’unica alternativa per contrastare l’inquinamento e il progetto della rete ciclabile comunale finanziata dal programma di mobilita sostenibile del Ministero dell’Ambiente, resta l unica soluzione per una città sostenibile dove i cittadini possano vivere senza rischi per la salute.

Cinzia Porcaro