Castellammare di Stabia “Puliamo il Mondo” il 22 settembre ai Boschi di Quisisana

I boschi,un tempo considerati luoghi suggestivi e salubri, abbelliti da sovrani Angioini e Borbonici con vari ampliamenti e l’inserimento del complesso delle Fontane del Re, soffrono oggi di uno stato di abbandono e incuria

179

I volontari del circolo “Woodwardia” di Castellammare di Stabia e Gragnano, con sede al bene confiscato alla criminalità in Via Panoramica “La Casa dell’Ambiente e dell’Impegno Civile” affidato tramite bando pubblico, rinnovano l’organizzazione dell’attività “Puliamo il Mondo”.

“Puliamo il mondo” è la versione italiana dell’attività di volontariato svolta a livello internazionale “Clean Up the World” che si propone di liberare dai rifiuti e dall’abbandono parchi, giardini, strade, piazze, fiumi e spiagge in tutto il mondo. Ogni anno volontari da ogni angolo del pianeta si sporcano le mani per pulire il mondo. Solo nel 2018, l’evento ha visto la partecipazione di 600mila volontari in tutta Italia, ben 4mila località pulite in 1600 comuni italiani.

Quest’anno il Circolo Legambiente Woodwardia ha scelto i Boschi di Quisisana a Castellammare di Stabia, in Via Panoramica, per svolgere questa attività di volontariato ambientale. I boschi,un tempo considerati luoghi suggestivi e salubri, abbelliti da sovrani Angioini e Borbonici con vari ampliamenti e l’inserimento del complesso delle Fontane del Re, soffrono oggi di uno stato di abbandono e incuria. È interesse del gruppo di volontari, che ha a cuore la sensibilizzazione della cittadinanza e la tutela del patrimonio artistico e culturale del territorio, invitare tutta la cittadinanza a prendere parte all’iniziativa.

L’iniziativa si svolgerà il giorno 22 Settembre 2019 ai Boschi di Quisisana, alle “Fontane del Re” alle ore 10. Verrà fornito tutto il materiale necessario affinché tutti possano svolgere l’attività in sicurezza.

“Puliamo il mondo” si compone di piccoli gesti per la tutela e la valorizzazione dei beni comuni attraverso azioni di cittadinanza attiva per promuovere la bellezza dei luoghi e offrire un’opportunità alla cittadinanza di riappropriarsene.