Sabato alle ore 15 la Juve Stabia incontra l’Ascoli al Menti di Castellammare di Stabia per il quarto turno in cadetteria. Sarà l’incipit di un vero e proprio tour de force per gli stabiesi, che martedì sera giocheranno in trasferta a Crotone e poi sabato prossimo ancora in casa contro il Cittadella. Una settimana quindi all’insegna degli straordinari per i campani, alla ricerca della prima vittoria stagionale in campionato dopo due sconfitte contro Empoli e Pisa e l’ottimo pari di Perugia dello scorso turno. La Juve Stabia non abbraccia il successo sul campo dal 20 aprile contro la Vibonese per 2-1, partita memorabile che sancì il ritorno in serie B delle Vespe. Gli avversari marchigiani sono in buona forma e possono contare sull’esperienza di Ardemagni, Gerbo e  Padoin, tra gli altri. L’ allenatore, Paolo Zanetti, è un trainer della nouvelle vague per la categoria e applica il 4-3-2-1. Contro la Juve Stabia sarà assente il giovane bomber Scamacca, infortunatosi con la nazionale Under 21. Ritorna da squalifica Da Cruz.


Nei recenti precedenti al Menti contro l’Ascoli ci sono stati due pareggi e una vittoria per gli stabiesi (2-1 in serie B nel 2011).

Nella consueta conferenza stampa pre- match il tecnico Fabio Caserta ha parlato di come è andata la settimana in casa stabiese e della sfida contro i bianconeri ospiti. “Arriviamo concentrati contro l’Ascoli – ha riferito il mister- Ogni partita è difficile e nasconde le sue insidie. Bisogna dimenticare Perugia e dare continuità al punto egregiamente conquistato al Curi dopo un’efficace prestazione.

Noi dobbiamo pensare partita per partita. Contano i punti e mantenere la categoria. Ci prepariamo tutta settimana per conquistare il massimo sul campo senza fare calcoli”.
Si parla poi dell’avversario e dello stato di forma dei giocatori gialloblù : “L’ Ascoli ha ambizioni, ma dobbiamo pensare a noi stessi. Dal canto nostro, Fazio e Allievi sono  ancora out oltre al lungodegente Mastalli. Tranne loro, dopo la rifinutura del pomeriggio dovremmo avere una rosa al completo. La squadra è serena e lavora con costanza. Personalmente sono tranquillo.  I ragazzi conoscono le difficoltà che ci sono in serie B. Ogni gara fa storia a sé e dobbiamo subito resettare quella di Perugia. Dobbiamo sfruttare il fattore campo”.

Tre partite in una settimana, sarà la prima volta in stagione. “Non ho intenzione di fare turn over – afferma mister Caserta – Le scelte le farò partita per partita. Eventuali programmazioni si potranno fare solo dopo l’incontro con  c l’Ascoli. Tutti i miei giocatori sono importanti. Noi siamo determinati a conquistare i 3 punti. Dei singoli non mi piace parlare. Il nostro “vestito” deve essere l’atteggiamento avuto a Perugia, dove la squadra ha lottato su ogni palla, facendo di tutto per vincere”.

Tutti i calciatori della rosa hanno la chance di dare un contributo. Nessuno è escluso. Per me sono tutti titolari. Chi lavora bene in settimana, è difficile che sbagli la partita . Prima del match, valuterò chi far giocare. Non è facile gestire un gruppo di 31 calciatori . Non guardo il curriculum per chi mandare in campo. Per avere una sana competizione nel team,  deve essere così. Nessuno ha il posto fisso come titolare e tutti devono sudare la maglia”- conclude l’allenatore della Juve Stabia.
Per quanto concerne il modulo, possibile la riconferma del 4-3-3 con Cisse’ o Forte in attacco. Sulle fasce Elia e Canotto dovrebbero partire dal primo minuto con Melara, Boateng e Del Sole pronti come ulteriori opzioni. Assente Mallamo a centrocampo per squalifica , dal primo minuto ci potrebbe essere uno fra Calò e Calvano insieme a Di Gennaro e Carlini. La difesa dovrebbe essere confermata con Vitiello, Tonucci, Troest e Germoni davanti al portiere Branduani.

Domenico Ferraro