Presidente Marsala: “Senza i miracoli del nostro portiere sarebbe finita 4 a 0”

Il calcio è emozione, è vivere il tempo della gara senza pensare ai problemi, alle cattiverie del mondo, ma alla bellezza di stare tutti insieme e godere di gioia, quando un pallone, scuote la rete

377

Ecco in queste parole del presidente del Marsala Calcio, c’è la spiegazione di come sia andata la partita col Savoia. In verità al Giraud s’è visto un solo protagonista… il portiere del Marsala, Antonio Russo, acerrano, anno 2000, già portiere delle giovanili della Sarnese e poi passato alla Salernitana, ora in forza agli azzurri siciliani.

Federico Cerone e Luca Orlando in conferenza stampa

Ha parato di tutto, e se non l’avesse fatto, ora staremmo qui a parlare di un risultato ben diverso dallo striminzito 1 a 0 che s’è maturato sul campo. Ovviamente grazie ad una magia del Federico, sì, il Cerone che incanta. Punizione da fuori area, il portiere piazza la barriera in modo da chiudere la sua parte sinistra e si prepara sulla sua destra, ma quel Federico trova lo spiraglio giusto e lo impallina a pochi minuti dalla fine.

Ecco queste sono emozioni, le stesse che lo stesso Parlato, diceva di aver avuto al momento del goal, sentendo l’urlo del Giraud.

Il calcio è emozione, è vivere il tempo della gara senza pensare ai problemi, alle cattiverie del mondo, ma alla bellezza di stare tutti insieme e godere di gioia, quando un pallone, scuote la rete: oggi s’è quasi superata quota 3mila, e tutti ad appaludire il portiere ospite e la sua squadra. Spettatori… stammo criscenno, mò domenica a Cittanova… e, zitto!

Ernesto Limito

Share