Andy Warhol: la grande mostra a Napoli

Un’esposizione intitolata semplicemente Andy Warhol e interamente dedicata al mito del genio americano e della sua produzione artistica che ha rivoluzionato il concetto di opera d’arte a partire dal secondo dopoguerra

525

Alla Basilica della Pietrasanta di Napoli dal 26 settembre 2019 al 23 febbraio 2020, sono in mostra oltre 200 opere di Andy Warhol (Pittsburgh, 1928 – New York, 1987) istrionico, ironico, visionario esponente della Pop Art.

Si tratta di una visione completa della produzione artistica del genio americano, che ha rivoluzionato il concetto di opera d’arte. Immortali icone, ritratti, polaroid e disegni: un mondo Pop che ha segnato l’ascesa di Warhol come l’artista che ha stravolto in maniera radicale qualunque definizione estetica

precedente, attraverso miti dello Star System e del merchandising come le intramontabili Campbell’s Soup, il ritratto serigrafato di Marilyn Monroe, le celebri serigrafie di Mao e il famosissimo “Flowers”.

Non mancheranno lavori che rivelano il rapporto di Warhol con l’Italia e un focus dedicato alla città di Napoli col suo “Vesuvius” del 1985 e il “Ritratto di Beuys”, realizzato nel 1980 in occasione della mostra tenutasi presso la Galleria Amelio.

La mostra Andy Warhol è prodotta e organizzata dal Gruppo Arthemisia e Eugenio Falcioni in collaborazione con l’Associazione Pietrasanta Polo Culturale Onlus e Art Motors.

Orari: tutti i giorni dalle 10 alle 20. La biglietteria e l’ingresso chiudono un’ora prima.