Trecase: “Settembre Letterario in Villa” chiude con “Vesuvio fuoco e pane”

Ennesimo appuntamento per la serie “Aperitivo con l’Autore”, presentati i 35 racconti di Gioconda Galluccio

364

Quarto incontro culturale nella villetta comunale in via Nuova Cirillo. Ennesimo appuntamento per la serie “Aperitivo con l’Autore” voluto dalla instancabile prof.ssa Fernanda Pucillo che, in sinergia con Anna Tortora e Maddalena Pascale, ha promosso ed organizzato con gusto ed eleganza la gradita rassegna culturale settembrina.


Un pubblico scelto ha sempre coronato gli appuntamenti settimanali che hanno portato in passerella: Lina Gubitoso con “Caparbie”; Maria Rossi con “Lumascuro e Francesco Paolo Oreste con “ L’ignoranza dei numeri”.

Tre opere alquanto gradite di tre autori conterranei altrettanto applauditi sia per il loro narrare che per le tematiche svolte; non basterebbe un ulteriore volume per elencarne i pregi in esse contenute; mi limiterò ad esprimere il mio ”veramente bravo” per ognuno di Essi.

Ed è stata, poi, la volta di Gioconda Galluggio con “Vesuvio… fuoco e pane”. 35 racconti da mangiare con gli occhi. “Storie di uomini e donne umili, drammi e commedie di una volta generati nella semplicità dei cuori” Storie che si intrecciano alle pendici del nostro idolo orrido e bello accucciato alla costa.

A presentare la dolce serata Ada Ferri, presidente dell’Associazione Catena Rosa; moderatrice Fernanda Pucillo; voce narrante la stupenda Maria Porzio della compagnia teatrale ”Hirondelle”

Ed è stato così che in un tramonto incantato di questo fine settembre, coronato da uno stuolo di belle signore eleganti e tante altre personalità del nostro territorio vesuviano, Trecase ha vissuto un vero e proprio momento magico.

Azioni di grazie ai promotori con la speranza che si avverino ulteriori incontri per analoghe iniziative pubbliche.

Nino Vicidomini