A Trapani la Juve Stabia subisce, rimonta, vince e, soprattutto, convince

Gli stabiesi passano 2 a 1 in Sicilia. Il ritiro a Messina per tutta la settimana ha fatto bene ai gialloblù che hanno giocato con efficacia e creduto nel colpo corsaro, nonostante l'iniziale svantaggio

338

La Juve Stabia vince 2-1 in rimonta a Trapani con una grande prestazione. Il Trapani ha trovato il gol nel primo tempo con Taugordeau ma gli stabiesi sono stati capaci di ribaltare con le reti di Canotto e Forte, grazie anche ai cambi di mister Caserta nella ripresa. Ora ci sarà la sosta e tra due settimane ci sarà il Pordenone al Menti.

Questo è il primo successo stagionale per la Juve Stabia che non vinceva da dieci partite. Sfatato inoltre per i campani il tabù serie B tornando alla vittoria dopo 26 partite senza (dal successo contro il Pescara per 2-1 nel gennaio del 2014).

Il Trapani propone il 4-3-1-2 con Nzola e Pettinari davanti. Juve Stabia con il 4-3-3 con il tridente d’attacco Bifulco, Forte e Canotto. Rientra Calò tra i titolari. Assente Cissè per squalifica.

La prima occasione al 6′ per la Juve Stabia: Canotto si invola sulla destra ma il suo tiro-cross viene neutralizzato dal portiere avversario. La partita è equilibrata nei primi minuti, all’11’ Bifulco dal limite dell’area siciliana, sulla sinistra, lascia partire un tiro che Carnesecchi para. Due minuti dopo, Canotto sulla destra effettua un cross radente che Bifulco non riesce ad appoggiare in rete sottoporta.

Alla prima occasione propizia passa il Trapani al 20′: Taugordeau trasforma una punizione di prima dal limite, causata per fallo di Calvano su Pettinari, beffando Russo. Il Trapani ha subito il colpo del ko al 25′: su invito perfetto di Pettinari, Colpani si libera sulla sinistra e il suo diagonale viene deviato da Russo in volo. La difesa della Juve Stabia viene presa d’infilata in questa occasione.

Gli stabiesi divorano il gol del pareggio al 34′ con Bifulco che si fa parare un tiro in area a botta sicura da Carnesecchi.

Al 39′ la Juve Stabia reclama un rigore per fallo di mano di Pagliarulo in area in contrasto su Canotto.

Al 44′ annullato il gol del pari a Forte per un fallo di trattenuta dell’attaccante sul suo marcatore  in rovesciata. Il primo tempo termina con il Trapani in vantaggio.

Nella ripresa all’ 8′ ci prova ancora Colpani e Russo sventa. Il Trapani punta sulle ripartenze mentre la Juve Stabia cerca di premere per raggiungere il pari.

Al 15′ miracolo di Carnesecchi su colpo di testa di Troest su azione d’angolo. Il portiere del Trapani salva il risultato con una gran parata sulla sua sinistra. I ritmi della partita si alzano nella seconda parte di tempo. I campani tentano il tutto per tutto con il Trapani rintanato in difesa.

Caserta inserisce nell’ultimo quarto d’ora l’attaccante Rossi. Al 34′ pari della Juve Stabia con il gol dell’ex Canotto in diagonale sulla sinistra su sponda di Rossi.

Juve Stabia in palla: al 89′ Melara mette un cross al bacio da destra e Forte in estirada la mette dentro per il 2-1. Nei cinque minuti di recupero il Trapani si getta in attacco, la Juve Stabia regge bene e difende il prezioso e meritato successo.

Tabellino 

Trapani  (4-3-1-2) : Carnesecchi 7; Del Prete 5  Scognamillo 5 Pagliarulo 5 Jakimovski 5 (46′ Cauz 5.5); Colpani 6 (61′ Candela 5.5) Taugordeau 6.5 Luperini 5.5; Moscati 5.5 (69′ Scaglia 5.5); Pettinari 5.5 Nzola 5. All.: Baldini 5.5.

Juve Stabia  (4-3-3) : Russo 6.5; Vitiello 6.5 Mezavilla 6.5 Troest 6.5 Germoni 6.5; Mallamo 6.5 (77′ Rossi 6.5) Calò 6.5 Calvano 6; Canotto 8 (80′ Melara 7) Forte 7 Bifulco 5.5 (52′ Elia 7). All.: Caserta 7.

Arbitro: Sacchi di Macerata 6.

Guardalinee: Soricano – Zingarelli.

Quarto uomo: Feliciani di Teramo.

Marcatori: 20′  Taugordeau (T), 79′ Canotto  (JS), 89′ Forte (JS).

Ammoniti: Del Prete (T), Scognamiglio  (T), Mallamo (JS), Canotto (JS), Nzola (T).

Note: spettatori circa 3.000. Angoli 3-4. Recupero, pt 0′, st 5′.

Domenico Ferraro