Ancora una prova incolore del Napoli a Torino

Allan, Zielinski e Fabian Ruiz incapaci di alzare il pressing e di far salire il centrocampo azzurro non creano quasi mai la superiorità numerica

189

Continua ad essere un grosso handicap la scarsa condizione fisica dei giocatori azzurri che non vincono mai un duello e non beccano mai una seconda palla o una ribattuta. Una squadra lenta e prevedibile con evidenti carenze atletiche che subisce per larghi tratti del secondo tempo il pressing alto del Toro.

Allan, Zielinski e Fabian Ruiz incapaci di alzare il pressing e di far salire il centrocampo azzurro non creano quasi mai la superiorità numerica.

Insigne e Ghoulam al piccolo trotto, Lozano mai in grado di superare l’avversario ed andare in profondità, tardivo l’inserimento di Llorente. Bene la difesa che tiene nonostante le difficoltà dei centrocampisti azzurri.

Ancelotti che è un grandissimo allenatore ed un profondo conoscitore di calcio dovrà porsi il problema di una condizione fisica molto precaria che pregiudica gioco e risultati.

Enzo Cuomo