Sarno: Agovino lancia gli “Stati Generali del centrodestra”

Chiederemo ai gruppi consiliari, ai partiti, alle associazioni politiche, ai gruppi civici, alle donne e agli uomini liberi di partecipare attivamente a questa iniziativa

139

Con un comunicato stampa il consigliere comunale di Forza Italia, Giuseppe Agovino, annuncia la volontà di ricompattare quanti si rivedono in un centrodestra da troppo frammentato a Sarno come del resto in tutta Italia.

Così il testo del comunicato:

“È tempo di ricompattare il centrodestra: è tempo di ricostruire una “casa comune” che valorizzi idee e risorse delle varie parti (e dei vari partiti) in campo, ridefinendo un progetto unico ed un’alternativa valida all’attuale governo della città di Sarno.

Le recenti elezioni amministrative hanno riproposto con estrema drammaticità il problema della compattezza del centro-destra: la frammentazione con cui quest’area politica si è presentata alle ultime elezioni amministrative, si è rivelata determinante e letale sull’esito finale del voto.

Il centro-destra, a Sarno come ovunque in Italia, vince soltanto se unito.

Siamo ben consapevoli che molti dei candidati nelle liste civiche che hanno sostenuto il candidato a sindaco Giovanni Cocca, sono di centrodestra.

Ben venga l’impegno civico, che anzi può determinare benefici apporti ad una partitocrazia spesso asfittica: ma che sia un impegno chiaro, trasparente per quanto attiene l’idea e lo schieramento politica. Il civismo non può (e non deve) essere sfruttato per stare dove (e con chi) conviene.

Nell’auspicio all’unità e alla condivisione, lanciamo quindi l’idea dei primi Stati Generali del centrodestra a Sarno: una proposta concreta affinché il centrodestra ritrovi la sua unità e la sua compattezza.

Chiederemo ai gruppi consiliari, ai partiti (sia rappresentati in Consiglio che non), alle associazioni politiche, ai gruppi civici, alle donne e agli uomini liberi di partecipare attivamente a questa iniziativa, in cui proporremo un coordinamento permanente di tutte le forze di centrodestra, per costruire un’alternativa forte a questa amministrazione.

Ripartiamo da zero e, insieme, costruiamo un percorso ed una “casa comune”; un progetto in cui credere e lavorare tutti, da subito”.