Navigator, Regione e Anpal verso l’intesa

La capogruppo regionale Ciarambino (M5s): “L’apertura è una buona notizia per i 471 giovani e le decine di migliaia di percettori di reddito di cittadinanza”

272

Finalmente la strada del dialogo sembra essere stata intrapresa dalla Regione Campania e dall’Anpal Servizi. L’auspicio è che venga presto scritta la parola fine ad una vicenda che riguarda 471 Navigator vincitori di concorso che da quasi tre mesi lottano per vedere riconosciuti un loro diritto.

“Accogliamo con speranza le parole pronunciate oggi sulla questione navigator dal ministro per il Sud Giuseppe Provenzano e dal Governatore della Campania Vincenzo De Luca al termine di un incontro istituzionale tenutosi in mattinata a Palazzo Santa Lucia.

Il nostro auspicio è che venga presto scritta la parola fine ad una vicenda che ci vede protagonisti, nostro malgrado, da quasi tre mesi.

Sono state settimane difficili, durante le quali tuttavia non abbiamo mai perso la nostra fiducia verso le Istituzioni nazionali e locali con cui abbiamo sempre cercato un confronto: attraverso i loro rappresentanti, ci siamo appellati ad esse perché convinti che solo in questo modo saremmo addivenuti ad un risultato”, così i Navigator della Campania sui segnali di disgelo istituzionaleche potrebbe significare la chiusura positiva della vertenza”.

Sulla questione interviene anche la capogruppo regionale del M5s Valeria Ciarambino.

“Ancora pochi giorni e metteremo probabilmente fine a quello che era diventato un vero e proprio caso nazionale. A seguito di incessanti interlocuzioni intercorse in queste settimane tra il nostro ministero del Lavoro e l’amministrazione regionale, potrebbe essere trovata presto una soluzione per i Navigator della Campania. Nei prossimi giorni ci sarà un tavolo tra Regione e Anpal, a conclusione del quale contiamo che sia tracciato finalmente l’iter che si concluderà con l’assunzione dei 471 giovani che hanno superato la selezione pubblica. Un confronto che come Gruppo regionale incoraggiamo da tempo e a conclusione del quale siamo certi che prevarrà il buonsenso. L’auspicata apertura sui Navigator è una buona notizia non soltanto per tutti questi ragazzi che presto potranno cominciare a lavorare, ma anche e soprattutto per le decine di migliaia di percettori di reddito di cittadinanza della nostra regione in attesa di essere inseriti o reinseriti nel mercato del lavoro”.
“Siamo soddisfatti per come si sta evolvendo una vicenda che sembrava impantanata ma che, grazie anche alle nostre iniziative a ogni livello istituzionale e al nostro contributo ad avviare un dialogo che finalmente ci sarà tra ministero e amministrazione
regionale, si avvia finalmente a uscire da uno stato di empasse. Con l’assunzione del Navigator, potrà finalmente partire la fase 2 del Reddito di Cittadinanza. E finalmente si darà vita anche in Campania alla più rivoluzionaria misura di politica attiva nella storia del nostro Paese”.