L’Ocean Film Festival torna a Napoli

Vela, surf, diving e free diving e la straordinaria natura marina i protagonisti di un festival tutto dedicato al pianeta acqua

216

In bilico tra le minacce del cambiamento climatico e quelle derivanti dall’inquinamento della plastica, mai come oggi l’Oceano mostra al mondo il suo lato fragile e l’Ocean Film Festival, giunto quest’anno alla terza edizione in Italia, torna a Napoli giovedì 17 ottobre, presso The Space Cinema Napoli e vuole essere un omaggio al delicato ecosistema marino e alle creature che lo vivono. La tappa di Napoli è in collaborazione con Oceanomare Delphis Onlus e il progetto Prendi3.

Ospite in sala Eleonora de Sabata, giornalista e fotografa specializzata in argomenti marini, fondatrice di Medsharksassociazione di conservazione e ricerca per lo studio di squali mediterranei, ideatrice e coordinatrice del progetto europeo Clean Sea Lifedi cui è  anche responsabile per la comunicazione.

Saranno presenti Alessandra Staffelli e Angelica De Vito, Dario Catania e Daniele Fiocco. Sarà inoltre presente l’associazione Sea Shepherd con un info point nel foyer del teatro e per un intervento nel corso della serata.

Il festival prevede la proiezione di una serie di corto e mediometraggi dedicati alle storie che ruotano attorno al pianeta acqua: avventure in barca vela, surf in ambienti estremi, diving e free diving e soprattutto loro, gli animali selvatici che popolano mari e oceani, vere star che non hanno bisogno di passerella.

Tra i film in programma ricordiamo I Am Fragile, dedicato all’ecosistema artico messo in pericolo dai cambiamenti climatici, e in particolare agli orsi polari, la cui popolazione potrebbe ridursi del 30% entro i prossimi 35 anni a causa del veloce scioglimento dei ghiacci. Manry at Sea racconta invece la straordinaria avventura di  Robert Manry, un apparentemente tranquillo redattore che, nel 1965, in 78 giorni attraversò l’oceano Atlantico su una minuscola barca a vela. Chissà che cosa avrebbe pensato questo navigatore solitario delle isole di plastica che oggi inquinano i nostri mari, lui che restò stupito dagli isolati rifiuti che pure incontrò nel corso del suo incredibile viaggio! Non possono infine mancare le balene, animali marini tra i più amati e affascinanti; a loro è dedicato Southern Right Whale, emozionante mediometraggio dedicato alla Balena Franca, una specie protetta fin dal 1937.

Ogni serata vede la proiezione di tutti i corto e mediometraggi selezionati per l’edizione in corso e il programma sarà identico per tutte le date. I film sono in lingua originale sottotitolati in italiano.

La manifestazione vede  il patrocinio dell’Ambasciata d’Australia in Italia e il supporto del Centro Velico Caprera e di Università di Milano-Bicocca.