Prima vittoria casalinga per la Juve Stabia: 4-2 con il Pordenone

Al "Menti" va in scena "The best of" Juve Stabia che sfodera una prestazione di alto rango centrando il primo successo casalingo stagionale

251

La Juve Stabia concede il bis, contraddicendo il maestro Paganini, battendo un coriaceo  Pordenone e prendendosi una vendetta sportiva sui neroverdi, dopo il 3-0 subito in supercoppa di serie C a fine maggio. Al “Menti” va in scena “The best of” Juve Stabia che sfodera una prestazione di alto rango centrando il primo successo casalingo stagionale con il punteggio di 4-2. Una vittoria che in casa mancava dal 20 aprile scorso contro la Vibonese nel giorno della promozione in B. Il Pordenone, non troppo registrato in difesa, non ha mai rinunciato ad attaccare nonostante il pesante passivo accusato nel primo tempo disputato a velocità supersonica dalla compagine campana.

La Juve Stabia conferma quasi in toto la squadra che vinse a Trapani nell’ultimo turno, unica variazione Elia al posto di Bifulco. Out Di Gennaro. Il Pordenone deve invece fare a meno di quattro elementi e cioè Bindi, Bassoli, Pobega e Chiaretti. Gialloblù con il 4-2-3-1, neroverdi con il 4-3-1-2.

Alla prima occasione buona,  i padroni di casa sbloccano la gara. All’ 8′ corner da destra di Calò e Mezavilla in mischia a centro area insacca di testa. Risponde subito il Pordenone che fa il pari al 13′: contropiede di Mazzocco sulla sinistra, suggerimento per Misuraca che trafigge Russo con un tiro potente dal limite dell’ area da destra.

La partita è vibrante: al 16′ Forte riporta in vantaggio la Juve Stabia su assist di Canotto in area che ruba palla ai difensori avversari. I gialloblù non si fermano: al 20′ rete di Calvano ancora su azione d’angolo di Calò. Il “Menti” diventa una bolgia e la Juve Stabia serve il poker con Canotto con un gran gol al 28′ su lancio di Calò. L’attaccante se ne va sulla destra e in area con un preciso diagonale fredda il portiere. Al 41′ gran tiro di Mazzocco del Pordenone che centra il palo alla destra di Russo. Nonostante lo svantaggio gli ospiti non demordono. È una partita a ritmi indiavolati nella prima frazione.

Nella ripresa il Pordenone prova a rimanere in partita ma la Juve Stabia gestisce bene il vantaggio. Tesser inserisce all’8 la terza punta Candellone per un Pordenone a trazione anteriore. Gli ospiti vanno vicino al gol al 9′ con Camporese di testa su lancio da corner. Risponde subito la Juve Stabia con un grande affondo dell’incontenibile Canotto in ripartenza. Al 21′ grande sforbiciata in area di Germoni e Di Gregorio evita il quinto gol.

Al 31′ Strizzolo mette i brividi a Russo in area.

Il Pordenone trova il secondo gol su punizione battuta da Burrai dalla destra al 40′, con leggera deviazione di Calò. La Juve Stabia difende il vantaggio negli ultimi minuti con il Pordenone che tenta il tutto per tutto.

I gialloblù sono quadrati e portano a casa un successo meritato tra gli applausi della tifoseria stabiese.

Domenico Ferraro

 

Tabellino

Juve Stabia (4-2-3-1): Russo 6.5; Vitiello 7 Mezavilla 7 Troest 7 Germoni 7; Calò 7 Calvano 7 (26′ st Addae 6); Canotto 8 (34′ st Melara 6) Mallamo 7 (23′ st Bifulco 6) Elia 7; Forte 7. A disp.: Branduani, Ricci, Vicente, Rossi, Cisse, Del Sole, Carlini, Fazio, Tonucci. All.: Caserta 7.

Pordenone  (4-3-1-2): Di Gregorio 5; Almici 5 Camporese 5.5 Barison 5 De Agostini 5; Gavazzi 5.5 (8′ st Candellone 5) Burrai 6.5 Mazzocco 6.5; Misuraca 6.5 (25′ st Zammarini 5 5); Strizzolo 6 Monachello 5 (38′ pt Ciurria 6). A disp.: Jurczak, Stefani, Vogliacco, Semenzato, Pasa, Zanon, Zammarini. All.: Tesser 5.5.

ARBITRO: Abbattista di Molfetta 5.5.

Guardalinee: Margani-Perrotti.

Quarto uomo: Paterna di Teramo.

MARCATORI: 8′ pt Mezavilla  (JS), 13′ pt Misuraca (P), 16′ pt Forte (JS), 20′ pt Calvano  (JS ), 28′ pt Canotto (JS), 40′ st Burrai (P).

AMMONITI: Calvano  (JS), Troest (JS), Strizzolo (P), Candellone  (P), Zammarini (P).

Note: spettatori circa 3.500. Angoli 5-6. Recupero, pt 2′, st 6′.

Share