Si sblocca Milik: vittoria 2-0 sul Verona

La doppietta dell’attaccante polacco regala i tre punti al San Paolo contro i gialloblù

309

Finalmente Milik! Dopo 6 mesi il polacco torna al gol con la maglia del Napoli (l’ultima marcatura nel 3-1 al Chievo il 14 aprile scorso) e porta gli azzurri al successo contro l’Hellas Verona con una doppietta.

Ancelotti sorprende ancora e propone Di Lorenzo da terzino sinistro con Malcuit dalla parte opposta, Younes titolare per la prima volta in stagione e Insigne al fianco di Milik (panchina per Mertens). Il Napoli parte bene: il capitano e l’esterno tedesco cercano spesso l’imbeccata giusta per Milik e per gli inserimenti di Callejon, ma il gol non arriva. Il Verona prende coraggio verso la metà della prima frazione e per una decina di minuti tiene i partenopei nella loro metà campo; straordinarie le tre risposte di Meret in dieci secondi su altrettanti tentativi sotto porta da parte degli avanti gialloblù.

Il Napoli riprende le misure dell’avversario e riprende ad essere padrone della partita. La rete di Milik su cross di Fabian Ruiz è il suggello al dominio degli ultimi venti minuti del primo tempo.

Nella ripresa il Verona continua a non essere particolarmente pericoloso, con sporadiche affacciate nell’area azzurra che hanno più l’aspetto di tentativi velleitari. Il secondo e definitivo gol arriva su un calcio di punizione dalla sinistra di Insigne sul quale Milik si avventa con la punta del piede anticipando il difensore avversario. Sul finire della gara Llorente e Mertens, subentrati proprio a Milik e Insigne, hanno l’opportunità di arrotondare il risultato, ma il primo si fa parare un colpo di testa da Silvestri e il secondo sulla stessa ribattuta colpisce in pieno il palo da ottima posizione.

Da sottolineare ovviamente la prestazione di Milik, che, dopo la brutte prove delle scorse partite, mette a referto una doppietta da vero attaccante, riuscendo a segnare due reti nell’area piccola, terreno di conquista dei centravanti. Promosso anche Younes: sulla fascia ha dato quel brio che finora era mancato alla manovra azzurra, con continui tentativi riusciti di puntare e superare l’avversario palla al piede; da migliorare però la precisione nei passaggi in profondità. Buona in generale la prova anche di difesa e attacco, e, come ormai in ogni gara, applausi per Meret, che risponde sempre presente anche nelle poche volte in cui viene chiamato in causa dagli avversari.

Non si è visto un Napoli perfetto, ma sicuramente un passo avanti rispetto al match contro il Torino c’è stato. Sicuramente c’è ancora da migliorare, ma la strada sembra quella giusta.

Il prossimo impegno per il Napoli sarà mercoledì in trasferta a Salisburgo per la terza giornata di Champions League.

Salvatore Emmanuele Palumbo

Share