ITACA: la borsa INPS per studiare all’estero

Si tratta della borsa di studio messa in campo dall'Istituto di Previdenza per quanto riguarda l'anno scolastico 2020/2021, borse di studio all'estero per figli di dipendenti e pensionati pubblici

155

E’ online da qualche giorno il nuovo bando ITACA INPS. Si tratta della borsa di studio messa in campo dall’Istituto di Previdenza per quanto riguarda l’anno scolastico 2020/2021, borse di studio all’estero per figli di dipendenti e pensionati pubblici.

E’ questa una occasione importante per 1500 giovani studenti italiani. Il bando ITACA dell’INPS mette a disposizione importi di borsa che variano tra i 6.000 e i  15.000 euro, a seconda della durata del soggiorno e della destinazione. Si può scegliere di seguire un interno anno scolastico all’estero o parte di esso. E’ una ottima idea per chi vuole scoprire una realtà diversa e per chi si vuole mettere in gioco. Le domande sono aperte sino al 22 di novembre e le si possono fare direttamente dal sito Inps.

A disposizione vi sono svariate possibilità da scegliere al momento della partecipazione.

  • Soggiorni in Europa: 100 borse da 6.000 € ciascuna per la frequentazione di un solo trimestre all’estero, 250 borse da 9.000 ciascuna per un semestre e ben 330 borse da 12.000 € ciascuna per un intero anno scolastico.
  • Soggiorni fuori dall’Europa: 130 borse da 9.000 € ciascuna per un trimestre che diventano 310 borse da 12.000 € ciascuna per un semestre e ben 380 borse da 15.000 € ciascuna per un anno scolastico.

Oltre al merito bisogna considerare che nella distribuzione degli importi  si tiene conto del reddito e del nucleo familiare. Dunque chi ha un ISEE inferiore a 8000 euro indubbiamente avrà la cifra massima della borsa mentre questa andrà progressivamente riducendo fino ad una riduzione del 50% per chi ha un  ISEE superiore ai 56.000 €. Entro i primi del 2020 sul sito INPS è possibile vedere la graduatoria.

Perchè partecipare a ITACA

Itaca come tutte le borse di studio è una opportunità da non perdere infatti per uno studente tra i 14 e i 18 anni un anno all’estero è una opportunità importante.

Innanzitutto si può vivere una esperienza formativa differente: un contesto come quello di un college o di una famiglia differente delle nostre, una high school con programmi e metodi diversi rendono il pacchetto ITACA qualcosa di sensazionale.

  • Imparare l’inglese o altre lingue da madrelingua: studiare all’estero è importante. La full immersion data dal soggiorno in  famiglia o in college  obbliga alla conoscenza di una lingua di mediazione come l’inglese ma, se si scelgono altre realtà si conosceranno al meglio altre lingue come  francese, spagnolo, tedesco. La full immersion rende ogni istante della giornata un momento di sfida, gioco e di apprendimento linguistico.
  • Nuova mentalità: vivendo all’estero si apre la mente a nuove esperienze, cambia la vision della realtà. Si conoscono nuovi modi di pensare e di lavorare, questo diventa fondamentale per i giovani che si preparano ad affrontare la vita in un contesto di lavoro e formazione sempre più internazionale.

Se non si riesce a ottenere la borsa di studio per qualsiasi motivo si possono comunque provare le opportunità offerte da EF, nota società internazionale che da oltre 50 anni opera nella formazione linguistica.

 

 

Share