NAPOLI terra di nessuno…

...o terra di chiunque voglia fare i propri comodi, incurante delle regole del vivere civile.

783

La denuncia odierna é per conto di quei cittadini stanchi di abusi perpetrati da incivili proprietari di cani che, incuranti delle conseguenze, sporcano i marciapiedi.

A riguardo a questa situazione di incuria, proprio ieri, in una traversa di via Nazionale (il Vasto per intenderci, ma rilevabile un po’ ovunque a Napoli e provincia), sono stato spettatore ed ascoltatore di una lamentela di un anziano signore, per gli escrementi di cane lasciati sul marciapiede che gli impedivano il passaggio.

Voglio così esprimerla a modo mio:

#EspressoNAPOLETANO©`

~MA A NNAPULE NUN SO’ TUTTE STRUNZE !~

E … “I CANI NON C’ENTRANO”.

A chi non è capitato di fare incontri ravvicinati di primo tipo? …e non parlo di “E.T…r‘’o film, ma RO’…STRU’… r ’’ o marciappiere”.

LA DENUNCIA

Ieri in una breve passeggiata ho sfiorato (DICIMMO) la FORTUNA e l’ho immortalata, per avere questa postuma ispirazione.

Purtroppo tra tanti problemi di inciviltà che esistono in città e provincia, quello degli escrementi dei cani che non vengono raccolti dai propri padroni, è divenuto un fenomeno di inciviltà dilagante.

E’ ovvio che la colpa non è dell’animale, ma di chi a lui dovrebbe provvedere che, armato preventivamente di appositi sacchettini, dovrebbe rimuoverli.

Ma a quanto pare l’incuria dilaga, anzi imbratta i già risicati camminamenti pedonali.

E in un moto di rabbia, non posso che esprimere il mio risentimento con un PENSIERO DEDICATO:

#esiammaparlàparlamm©`

~STRUNZO CA NCOPPA A STU MARCIAPPIERE STAIE ~

Ma si tu saie ca già ‘o marciappiere è stritto…

pecché cuntinui a tte stennere nterra luongo luongo, reritto reritto???

Tu saie ca so’ biecchio e nun tengo alternative pe ppassà…

e allora, quando te veco nterra, cu quaccuno aggi’’a sfucà

Io saccio ca tu si CCANE e si te scappa, nun tiene alternativa…

ma CHILLU STRUNZO OVERO, ca t’ accumpagna ‘a sera,

putesse piglià ll’iniziativa.

 

LA CONCLUSIONE

E allora STRUNZO che lasse

nterra sti regale CA’…

nun fa’ ‘o fesso… e mparate a ccampà… RACCOGLITI!

Ma si proprio STRUNZO co’ core!!!

….  Ahhh ‘ngoppo a sta cosa m’ aggia sfugà!

#etihotrattato

Ciro Notaro

 

A dar voce ai  pensieri di Ciro in ESPRESSOnapoletano©, la voce di una brava artista, appassionata ed esperta nella recitazione, darà un tocco in più alla espressività del suo e nostro risentimento.

PER CHI NON LEGGESSE BENE IL NAPOLETANO…
Maria Rosaria Spinello, lo declamerà per noi.