Salesiani Torre Annunziata: inaugurazione centro diurno e Laboratorio di Pizzeria

Dal 04 novembre prossimo la presenza di Don Bosco nella città oplontina si arricchisce del Centro Diurno Polifunzionale per minori “Casa Valdocco” e del Laboratorio di Pizzeria “Mani in Pasta”

326

I Salesiani sono, dalla loro prima venuta a Torre Annunziata, un centro di aggregazione giovanile che attraverso attività sportive, teatrali, laboratoriali, musicali e di sostegno scolastico hanno favorito la maturazione individuale e la socializzazione dei ragazzi e giovani, in modo particolare quelli appartenenti alle fasce più svantaggiate.

Oggi il volto di don Bosco a Torre si manifesta nell’Oratorio, nella Parrocchia, nelle due Comunità Alloggio per minori Mamma Matilde e Peppino Brancati, nei Progetti Territoriali a favore dei minori e delle loro famiglie.

Dal 04 novembre prossimo la presenza di don Bosco nella città oplontina si arricchisce del Centro Diurno Polifunzionale per minori “Casa Valdocco” che si inaugurerà al mattino al termine di un convegno e del Laboratorio di Pizzeria “Mani in Pasta” che si inaugurerà in serata.

I Salesiani a Torre hanno un passato da ricordare, un presente da vivere e un futuro da costruire.

Torre Annunziata non è solo Fortapàsc!

“Casa Valdocco”, un Centro diurno accreditato dall’Ambito N30, che può ospitare 30 minori tra i 6 ai 18 anni. I minori saranno seguiti da educatori e operatori specializzati nell’arco della giornata fino a quando la sera rientrano in famiglia. La giornata tipo inizia con la condivisone del pasto poi viene organizzato il tempo di studio, e a seguire laboratori e sport, supporto psicologico, mediazione familiare.

Con il Laboratorio di Pizzeria “Mani in Pasta” vogliamo invece imparare un mestiere a tutti quei ragazzi accolti nelle nostre case famiglie o in oratorio che dalla vita hanno avuto di meno. Il laboratorio, in attesa di accreditamento regionale, darà la possibilità di ottenere un attestato regionale spendibile nel mondo del lavoro. Fondamentale la collaborazione creata in fase di progettazione con alcune Pizzerie del territorio per l’inserimento lavorativo e il contributo economico di “salesiani per il sociale” e “Missioni don bosco”.

MANI IN PASTA

Perché invece di lavorare la polvere bianca della cocaina vogliamo lavorare la farina.

Perché “una donna ha preso e impastato con tre misure di farina perché tutta si fermenti”.

Perché “il lievito non rimane lievito, perché alla fine si rovina”.

Perché se mi dai la tua mano tutto pesa la metà.

Perché nel farti manipolare cerca almeno mani per cui ne valga la pena.

Perché quando si impasta nel bene e nel male trecce restano sempre nei solchi delle tue mani.

Perché significa non solo essere immischiati, coinvolti, in affari sporchi in situazioni poco oneste.

Perché Torre Annunziata era la città dell’arte bianca.

Perché Torre ha il Guinness dei primati 11 mila pizze sfornate.

Share