La grinta non basta, Givova Scafati sconfitta al supplementare

La truppa scafatese ritorna così a casa con la quinta sconfitta in sei turni di campionato, ma con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per giocarsela

324

Un ottimo esordio di Stephens (18 punti; 21 rimbalzi; 25 di valutazione) non è sufficiente alla Givova Scafati per conquistare i due punti in palio nella sfida del PalaOltrePò di Voghera, contro la Bertram Tortona, valevole per la sesta giornata di andata del campionato di serie A2 (girone ovest). La compagine dell’Agro, orfana di Fall (infortunato, in panchina solo per onore di firma) si è resa protagonista di una gara gagliarda, al cospetto di un avversario quotato come quello piemontese, messo più volte in seria apprensione nell’arco della contesa. Nel periodo suppletivo, però, complice la stanchezza e la scarsa precisione al tiro (alla fine sarà 32% dal campo contro il 45% dei padroni di casa), non è riuscita a trovare la forza, la precisione ed il coraggio di piazzare la stoccata decisiva. La truppa scafatese ritorna così a casa con la quinta sconfitta in sei turni di campionato (quarta consecutiva), ma con la consapevolezza di avere tutte le carte in regola per giocarsela alla pari con i più forti collettivi del raggruppamento, risalire la china in classifica e corroborare con i risultati il duro lavoro quotidiano svolto in palestra agli ordini di coach Perdichizzi, desideroso anch’egli di piazzare la prima vittoria della sua gestione tecnica.

LA PARTITA

Entra subito nel vivo la sfida del PalaOltrePò di Voghera. I quintetti si fronteggiano a viso aperto e vanno a canestro con continuità, sia da una parte (bene Grazulis) che dall’altra (bene Frazier). Ne viene fuori una sfida tanto divertente e scoppiettante, quanto equilibrata (12-12 al 5’). Tra le fila di casa sale in cattedra lo statunitense Gaines (19-16 al 8’), ma i viaggianti si fanno rispettare nel pitturato, trovano interessanti soluzioni dalle transizioni offensive e dalla girandola dei cambi, chiudendo in parità 21-21 la prima frazione di gioco.

Entrambe le compagini sul parquet danno una registrata ai propri assetti difensivi, di conseguenza la via del canestro viene trovata con minore frequenza, ma la sfida si mantiene sui binari di un costante equilibrio (27-27 al 15’). Gli stranieri in campo sono i protagonisti di questa fase di gioco, con Gaines una spanna sopra ai colleghi, protagonista del mini allungo bianconero (39-31 al 19’), che consente a Tortona di andare al riposo al momentaneo massimo vantaggio 41-33.

Ha un buon impatto con la ripresa lo scafatese Frazier, che, grazie ad una più accorta difesa, prova ad annullare il divario e, con l’ausilio di Tommasini e Stephens, ci riesce (46-46 al 25’). E’ proprio l’ultimo arrivato in casa gialloblù a realizzare il canestro del ritrovato vantaggio (46-48 al 26’), poi allungato dal compagno di reparto Ammannato e dal connazionale Frazier (46-53 al 28’). E’ un’altra Givova quella in campo in questa frazione, terminata in vantaggio 49-56, grazie ad un parziale complessivo di 8-23.

La Bertram prova a rialzare la testa in avvio di quarto periodo, difende in maniera più attenta e in attacco trova canestri importanti da Gaines, che valgono la ritrovata parità (56-56 al 33’). Ci pensa Formenti, qualche minuto più tardi, a firmare la tripla che vale il ritrovato vantaggio locale (61-60 al 35’). La sfida cresce di intensità e la tensione aumenta col trascorrere dei minuti, con nessuna delle due contendenti che riesce però a scavare il solco (67-67 al 37’) fino al suono della sirena, che conduce così le due squadre al supplementare (69-69).

De Laurentis e Tavernelli mettono paura ai gialloblù in avvio di over-time (73-69 al 42’). La Givova, forse stanca per il duro lavoro svolto soprattutto in difesa, fatica a trovare conclusioni facili dal campo, sbaglia molto e resta sotto nel punteggio, subendo l’iniziativa di Tortona, brava ad approfittare degli errori avversari (77-70 al 44’) e a far suo l’incontro con il punteggio di 81-71, frutto di un parziale di 12-2.

Coach Giovanni Perdichizzi: «Dispiace perdere in questo modo, perché abbiamo giocato trentacinque minuti di ottima pallacanestro. Abbiamo subito un parziale importante nel primo tempo, finendo sotto di otto punti, ma siamo riusciti a ricucire lo strappo e a chiudere addirittura con sette punti di vantaggio il terzo quarto. Bisogna migliorare nella costanza di rendimento per l’intero arco della partita. Hanno condizionato il risultato tanti aspetti, tra cui la percentuale ai tiri liberi, ma la squadra si è sbattuta, ha creduto fortemente nella vittoria, riprendendo con le unghie una gara che sembrava compromessa e mettendo la testa avanti con autorità. Dobbiamo migliorare tante piccole cose e mi auguro in questa prossima intera settimana, allenandoci con la rosa al completo, di poterci lavorare, perché si tratta di aspetti che all’esterno si vedono poco, ma che poi incidono sul risultato finale».

I TABELLINI

BERTRAM TORTONA 81

GIVOVA SCAFATI     71

BERTRAM TORTONA: Valle n. e., Buffo n. e., Tavernelli 8, Formenti 5, Seck n. e., Gaines 26, De Laurentiis 4, Mascolo 2, Cepic 2, Grazulis 22, Martini 6, Pullazi 6. ALLENATORE: Ramondino Marco. ASS. ALLENATORI: Talpo vanni e Di Matteo Gianmarco.

GIVOVA SCAFATI: Markovic n. e., Tommasini 8, Crow 3, Stephens 18, Lupusor, Contento 2, Ammannato 7, Rossato 5, Fall n. e., Frazier 28. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

ARBITRI: Bartoli Enrico di Trieste, Wassermann Stefano di Trieste, Perocco Alberto di Ponzano Veneto.

NOTE: Parziali: 21-21; 20-12; 8-23; 20-13; 12-2. Tiri dal campo: Tortona 30/66 (45%); Scafati 26/82 (32%). Tiri da due: Tortona 23/46 (50%); Scafati 19/56 (34%). Tiri da tre: Tortona 7/20 (35%); Scafati 7/26 (27%). Tiri liberi: Tortona 14/15 (93%); Scafati 12/23 (52%). Falli: Tortona 21; Scafati 19. Usciti per cinque falli: nessuno.

Rimbalzi: Tortona 50 (40 dif.; 10 off.); Scafati 49 (26 dif.; 23 off.). Palle recuperate: Tortona 4; Scafati 4. Palle perse: Tortona 16; Scafati 8. Assist: Tortona 14; Scafati 9. Stoppate: Tortona 4; Scafati 1.

Spettatori: 1.300 circa.