FdI: “Giusto riconoscimento a Castellammare per il capitano Acanfora, vittima delle Foibe”

Come Fratelli d’Italia, abbiamo sempre cercato di dare voce, tramite tante iniziative cittadine, alle migliaia di martiri infoibati dai comunisti del maresciallo Tito

141

Sono anni che ci impegniamo affinchè le Foibe, ovvero lo sterminio di massa più grande patito dagli italiani che la storia conosca, esca dall’oblio della storia.

In particolare nella nostra Castellammare di Stabia, come Fratelli d’Italia, abbiamo sempre cercato di dare voce, tramite tante iniziative cittadine, alle migliaia di martiri infoibati dai comunisti del maresciallo Tito ed alle migliaia di esuli dimenticati dalla storia anche locale.

Finalmente la nostra Città ha posto il primo simbolo in ricordo della tragedia delle Foibe, attraverso l’intitolazione di un viale della villa comunale ad un figlio della nostra terra infoibato dai comunisti Jugoslavi: il capitano della Guardia di Finanza Giovanni Battista Acanfora.

La cerimonia è stata davvero molto emozionante, ed ha fatto emergere che lo sterminio delle foibe è stato taciuto colpevolmente per troppi anni, tanto che anche nei libri di scuola, almeno fino a poco tempo fa, non veniva dato spazio a questa immane tragedia vissuta sulla loro pelle dalla popolazione italiana del confine nord-orientale.

Quindi vivere e vedere proprio a Castellammare un così importante riconoscimento ci ha lasciati senza fiato dalla gioia.

Una menzione particolare, oltre che tutta la nostra riconoscenza, va data al Presidente del Consiglio Comunale Vincenzo Ungaro, che con il suo impegno ha reso possibile l’intitolazione del viale al capitano Acanfora.