Juve Stabia, Fabio Caserta: “Sono orgoglioso dei miei”

"Abbiamo reagito bene anche al pari del Benevento. Con l'uomo in più il Benevento si è abbassato. Siamo stati bravi a non attaccare in massa perché potevamo perdere gli equilibri"

300

L’analisi della partita in sala stampa mostra una Juve Stabia tutto sommato soddisfatta per il prezioso punto strappato alla capolista.


Ai microfoni Luca Germoni, difensore gialloblu: “Ci portiamo a casa un buon punto. Ora ci attendono 14 giorni per preparare al meglio il prossimo derby. Dobbiamo continuare su questa strada. Oggi abbiamo dimostrato di essere un’ottima squadra. Ognuno del gruppo dà il 100% quando viene chiamato in causa”.

“Grande partita. I miei giocatori hanno fatto una grande prestazione”. Così Fabio Caserta, allenatore Juve Stabia, che aggiunge: “Sono orgoglioso dei miei. Peccato per qualche situazione sfortunata nei nostri confronti. Abbiamo reagito bene anche al pari del Benevento. Con l’uomo in più il Benevento si è abbassato, ma con un contropiede il Benevento poteva piazzare la zampata. Siamo stati bravi a non attaccare in massa perché potevamo perdere gli equilibri. La sosta ora ci permette di recuperare qualcuno e di lavorare bene. Buchel può essere di aiuto nel corso del campionato. Ora deve recuperare la forma”.

In sala stampa anche Luigi Canotto, attaccante Juve Stabia: “Nel finale quando sono scattato con quella velocità c’è stato un contatto con il difensore e ho cercato di conquistare il rigore. Poi l’arbitro ha deciso in senso opposto. Purtroppo non ho visto Elia e Rossi in area al centro.

Sull’1-1 ci poteva essere un’altra situazione su un fallo di mano del Benevento nella loro area. Noi però non ci dobbiamo attaccare a queste cose. Dobbiamo pensare a giocare. Fuori casa dobbiamo migliorare e stiamo lavorando per questo”.

Anche Filippo Inzaghi, allenatore Benevento, ha raggiunto la sala stampa e ha rilasciato le seguenti dichiarazioni: “Squadra brava la mia, abbiamo creato varie occasioni. L’espulsione di Caldirola è stata affrettata e ci ha condizionato. Nei primi venti minuti l’atteggiamento non mi è piaciuto, poi la squadra è cresciuta e sono contento della prestazione. Giocare a Castellammare è molto difficile. Alla fine dell’anno, questo sarà un punto importante.

Complimenti alla Juve Stabia. Ora dobbiamo continuare così, questa è la strada giusta da perseguire. Abbiamo cercato di privilegiare le nostre caratteristiche, abbiamo pareggiato e poi Insigne ha avuto una grossa occasione. Sul rigore reclamato dalla Juve Stabia sul fallo di mano, non ho visto bene dalla panchina. La squadra sta dando grandi risposte però sono consapevole che possiamo migliorare. Sau ora sta trovando la condizione migliore. Sono contento di lui. Domani ci alleniamo e poi alla ripresa avremo il Crotone, altro match importante per noi per i nostri obiettivi”.

Domenico Ferraro