Cede l’argine del Sarno a Pompei, intervento del Genio Civile, traffico in tilt – FOTO –

Sul posto il consigliere Giuseppe La Marca, delegato all'urbanistica che ci ha confermato: "Abbiamo immediatamente allertato il Genio Civile e, in pochissimi giorni, è iniziata la messa in sicurezza"

6003

In tilt il traffico a Pompei lungo via Ripuaria nella zona tra l’uscita autostradale di Castellammare di Stabia e il centro commerciale La Cartiera. Strada chiusa e traffico deviato con code infinite e disagi alla circolazione.

La strada è stata transennata e chiusa al traffico dal caschi bianchi pompeiani per permettere ai mezzi e agli uomini del Genio Civile di intervenire urgentemente sull’argine sinistro del Sarno che è ceduto, forse anche a causa delle torrenziali piogge dei giorni scorsi, e ha causato l’emergenza immediatamente affrontata dal Comune.

Sul posto il consigliere Giuseppe La Marca, delegato all’urbanistica che ci ha confermato: “A fronte dell’emergenza rilevata nei giorni scorsi abbiamo immediatamente allertato il Genio Civile, competente per quel che riguarda l’alveo del fiume e, in pochissimi giorni sono iniziati i lavori di messa in sicurezza per evitare che una strada ad alto traffico veicolare franasse nel Sarno. Oggi sono iniziati i lavori. Gli uomini della Polizia Municipale sono dislocati su tutta l’area per ottimizzare al meglio la sicurezza stradale, essere da supporto agli automobilisti che, purtroppo, nei prossimi giorni saranno costretti a percorsi alternativi e gestire tutta la viabilità alternativa”.

Al momento il Genio Civile sta posizionando dei grossi blocchi di cemento lungo l’argine dopo averlo liberato dalla vegetazione, in modo da creare un muro di contenimento che protegga la strada dall’erosione della corrente fluviale e sorregga la stessa al fine di scongiurare il suo scivolamento in acqua.

“L’intervento durerà alcuni giorni – ha continuato il consigliere La Marca – poichè a seguito di un successivo sopralluogo ci siamo accorti che criticità del genere erano presenti anche a circa una trentina di metri dal posto sul quale si sta operando. Segnalata prontamente questa seconda criticità, abbiamo avuto subito conferma che i lavori proseguiranno anche in questo secondo luogo. Ci dispiace per gli inevitabili disagi, ma abbiamo il dovere di intervenire per la sicurezza dei tantissimi cittadini che utilizzano via Ripuaria quotidianamente chiudendo la strada principalmente per la loro incolumità e poi per permettere agli operai impegnati di lavorare in piena sicurezza”.

Giorni caotici per quanti frequentano l’area a sud di Pompei ai confini con Castellammare, ma a fronte di un intervento inevitabile e necessario.

Giada Luisa Cirillo