Givova Scafati, primo urrà in trasferta: superata Eurobasket Roma

«E’ una vittoria importante, perché dà continuità al lavoro svolto finora e ai miglioramenti che avevamo fatto. Da un paio di giorni ci alleniamo al completo e quindi tante cose le stiamo sistemando»

135

All’ottava giornata del campionato di serie A2 è arrivata la prima vittoria esterna della Givova Scafati, vittoriosa 82-91 sul parquet del palasport di Cisterna di Latina nell’anticipo contro Eurobasket Roma. Determinazione, concentrazione, collaborazioni offensive, tenuta atletica, aggressività difensiva e ricerca oculata delle soluzioni di tiro sono state solo alcune delle qualità mostrate dalla compagine dell’Agro, che è riuscita ad imporsi contro un avversario in gran forma, uscito però ridimensionato da questa sfida, nella quale è riuscita a tenere testa all’avversario solo fino ai primi minuti della ripresa. Sono stati bravi capitan Crow e compagni a imporre il proprio gioco ed il ritmo alla contesa, disputando una prestazione di buon livello, che chiude definitivamente l’iniziale periodo negativo.

LA PARTITA

E’ l’ultimo arrivato Stephens il mattatore dei primi minuti di gara, nei quali si mette in mostra con ottime giocate in ambedue i lati del campo, che valgono il vantaggio scafatese di 0-6 al 3’. La formazione capitolina reagisce subito e si affida a Taylor e Fattori, che costruiscono la rimonta (8-9 al 4’). Ci pensano poi Fanti e Loschi a firmare i canestri che valgono il primo vantaggio locale (13-11 al 6’). Alla buona lena dell’ex gialloblù rispondono però Frazier e Tommasini, che, unitamente alla velocità del gioco e ai ritmi elevati, rendono divertente ed equilibrata la contesa, con la Givova che riesce a chiudere avanti 24-25 la prima frazione.

Sulla falsariga degli ultimi minuti del primo quarto, anche il secondo periodo di gioco inizia con le due contendenti a giocarsela a viso aperto. Il punteggio si mantiene pressoché in equilibrio, almeno fino a quando l’ex Fattori centra il canestro. Poi però le stoppate del parco lunghi viaggiante e la mano calda dei suoi terminali offensivi, unitamente alla continua ricerca del gioco in transizione, consente loro si scavare un solco importante (31-39 al 15’). Taylor e Fanti, tra le fila locali, tentano di non far scappare i campani (41-42 al 19’), che però, grazie anche ad un fallo antisportivo fischiato a Chinellato, raggiungono l’intervallo avanti 43-47.

La ripresa delle ostilità è all’insegna degli extracomunitari di entrambi i quintetti, che mettono in scena una parte dei numeri del proprio repertorio personale e tengono la gara in equilibrio (50-51 al 23’). Poi però Scafati inizia a fare sul serio e, grazie ai centri di Tommasini, Rossato e il solito Frazier prova a dare uno strattone all’avversario, guadagnando per la prima volta nella partita, la doppia cifra di vantaggio (56-66 al 26’). Nonostante i tentativi di Miles e Taylor di tenere viva la sfida, la truppa gialloblù è determinata, concentrata e non si lascia sopraffare, conservando il vantaggio (bene Stephens) e chiudendo avanti 60-72 la terza frazione.

Tanti errori al tiro, da una parte e dall’altra, e ritmi più compassati caratterizzano le prime fasi dell’ultimo periodo, nel quale coach Maffezzoli schiera anche i suoi a zona, con la speranza di rosicchiare il vantaggio scafatese, che resta invece pressoché invariato (68-78 al 35’). Sale in cattedra Viglianisi e la sfida improvvisamente si risveglia tutta d’un colpo (73-78 al 36’). Ma è solo un fuoco di paglia e la riscossa locale si ferma qui, perché nei minuti a seguire gli atleti in maglia biancoazzurra si macchiano di errori ed ingenuità che li condannano alla settima sconfitta stagionale, con il punteggio finale di 82-91.

LE DICHIARAZIONI

Coach Giovanni Perdichizzi: «E’ una vittoria importante, perché dà continuità al lavoro svolto finora e ai miglioramenti che avevamo fatto. Da un paio di giorni ci alleniamo al completo e quindi tante cose le stiamo sistemando, ma soprattutto vedo negli occhi dei ragazzi la fiducia in quello che fanno: senza tante pressioni, giocano bene, liberi mentalmente. Contro Eurobasket Roma abbiamo praticamente quasi sempre condotto le ostilità sin dall’inizio, tranne qualche minuto, facendo tutto quello che avevamo preparato. Nella seconda parte di gara non abbiamo concesso più le penetrazioni di Fanti ed i tiri aperti di Fattori, creando la situazione per riuscire a prendere quel vantaggio che poi abbiamo mantenuto fino alla fine. Abbiamo giocato di squadra, utilizzando nove giocatori: questo è un segnale importante, perché ruotando tutti, grazie alla profondità della panchina, possiamo arrivare nei finali di gara con una buona lucidità, soprattutto negli uomini cardine della squadra».

 

I TABELLINI

EUROBASKET ROMA 82

GIVOVA SCAFATI 91

EUROBASKET ROMA: Miles 10, Viglianisi 3, Fanti 10, Loschi 20, Cicchetti 4, Fattori 11, Chinellato, Maganza 2, Taylor 19, Graziani 3. ALLENATORE: Mazzezzoli Massimo. ASS. ALLENATORI: Pilot Damiano e Zanchi Umberto.

GIVOVA SCAFATI: Markovic n. e., Tommasini 12, Crow 2, Lupusor 8, Contento 5, Ammannato 7, Rossato 14, Fall 2, Stephens 15, Frazier 26. ALLENATORE: Perdichizzi Giovanni. ASS. ALLENATORE: Luise Sergio.

ARBITRI: Mauro Moretti di Marsciano (Pg), Claudio Di Toro di Perugia e Sebastiano Tarascio  di Priolo Gargallo (Sr).

NOTE: Parziali: 24-25; 19-22; 17-25; 23-19. Tiri dal campo: Roma 29/69 (42%); Scafati 35/70 (50%).

Tiri da due: Roma 21/49 (42,9%); Scafati 29/45 (64,4%). Tiri da tre: Roma 8/20 (40%); Scafati 6/25 (24%). Tiri liberi: Roma 16/23 (69,6%); Scafati 15/20 (75%). Falli: Roma 20; Scafati 21. Usciti per cinque falli: Viglianisi. Rimbalzi: Roma 44 (29 dif.; 15 off.); Scafati 37 (28 dif.; 9 off.). Palle recuperate: Roma 5; Scafati 10. Palle perse: Roma 15; Scafati 10. Assist: Roma 11; Scafati 12. Stoppate: Roma 2; Scafati 5. Spettatori: 1.200 circa.