Castellammare, il consigliere Emanuele D’Apice contro Gori: “Presenterò un esposto”

“Dal rione Privati fino a via Fontanelle, passando per via Roma, via Catello Fusco e via Duilio non c’è zona della città dove Gori non si erga a padrone della situazione, dove i cittadini non si lamentano della pessima condotta di questa azienda"

177

viale delle puglie castellammare“Apre cantieri, ne blocca altri, ripristina peggio che si può. Come amministratori non ne possiamo più di queste condotte scellerate. L’amministrazione comunale è dalla parte dei cittadini: basta Gori, basta lavori e programmazione fatta male. Presenterò un esposto, come consigliere sto raccogliendo materiale e denunce degli Stabiesi”. Così Emanuele D’Apice, capogruppo consiliare di Gaetano Cimmino Sindaco.

“Dal rione Privati fino a via Fontanelle, passando per via Roma, via Catello Fusco e via Duilio – ha continuato D’Apice – non c’è zona della città dove Gori non si erga a padrone della situazione, dove i cittadini non si lamentano della pessima condotta di questa azienda. I disagi per i cittadini sono enormi. Come se non bastasse l’esempio di Privati, con gli stabiesi ostaggio del cantiere, addirittura in viale delle Puglie lavori già programmati sono stati spostati di quasi un mese per le ‘esigenze’ di Gori.

E se in questo periodo su quella strada fosse successo qualcosa di brutto di chi era la colpa? Basta con chi vuole spadroneggiare sul nostro territorio magari protetto da qualche politico regionale, basta con i feudi, basta. Riprendiamoci la città. Su Gori è ora che la città sappia tante cose. Non ci faremo prendere in giro da chi sventola solamente belle borracce plastic free”.