Fiume Sarno ancora fuori dagli argini a causa delle insistenti piogge che negli ultimi giorni e in particolare nel corso della scorsa notte e della mattinata di oggi hanno interessato l’area vesuviana. A poche centinaia di metri dalla foce, via Ripuaria si è ritrovata ancora sott’acqua.

Dall’alba, per le famiglie che abitano nella zona periferica tra Castellammare di Stabia, Pompei e Torre Annunziata è stata ancora emergenza. La strada è invasa dal fiume, allagata per oltre mezzo metro.

Alle 8,30 di questa mattina è intervenuta una squadra di Vigili del Fuoco dal distaccamento di Castellammare di Stabia che ha portato in salvo una famiglia di 4 persone. I soccorritori hanno operato con un mezzo anfibio e il nucleo sommozzatori.

Anche nel pomeriggio i Vigili del Fuoco sono stati sul posto, dove altre famiglie che stamattina avevano rifiutato il soccorso, sperando nel ritiro delle acque, hanno chiesto di essere trasportate all’asciutto, temendo il peggioramento della situazione con l’avvicinarsi della notte. Sul posto i caschi rossi sono coadiuvati dalla Protezione civile.

Intanto è in vigore sulla Campania fino alla mezzanotte una allerta meteo per piogge e temporali di colore arancione sulle zone 1 (Piana Campana, Napoli, Isole, Area Vesuviana), 3 (Penisola Sorrentino-Amalfitana, Monti di Sarno, Monti Picentini), 5 (Tusciano e Alto Sele), 6 (Piana del Sele, Alto Cilento), 8 (Basso Cilento) e gialla sulle restanti zone.

La Protezione civile della Regione Campania, alla luce delle precipitazioni in atto e della saturazione dei suoli dovuta al perdurare delle piogge, ha prorogato la criticità fino alle 14 di domani stimando un rischio idrogeologico localizzato con codice colore giallo.

La nuova ondata di maltempo che si è abbattuta sulla Campania ha provocato danni anche a  Napoli. In particolare, è stata decisa la chiusura al traffico della parte alta di via Petrarca, tra i civici 35 e 93, a causa del pericolo di crollo degli alberi e dei rami in seguito alla nuova ondata di maltempo.

Share