San Giuseppe Vesuviano: 80mila euro per il territorio e lo sviluppo economico

I fondi saranno erogati dalla Città Metropolitana di Napoli e dalla Camera di Commercio di Napoli

288

Il Comune di San Giuseppe Vesuviano è stato ammesso a due distinti finanziamenti,
uno erogato dalla Città Metropolitana di Napoli, per l’importo di 55.000 Euro, l’altro
erogato dalla Camera di Commercio di Napoli, per l’importo 25.000 Euro.I fondi resi disponibili dalla Camera di Commercio di Napoli consentiranno di mettere
in campo iniziative finalizzate alla promozione dei beni culturali del territorio, alla
valorizzazione delle eccellenze produttive locali ed al sostegno allo sviluppo territoriale.

I fondi erogati dalla Città Metropolitana permetteranno lo svolgimento di rassegne
culturali, eventi, rappresentazioni artistiche, festival, laboratori ed ogni altra iniziativa
valutata di interesse strategico per la promozione del patrimonio culturale dell’area
metropolitana.

I finanziamenti ottenuti serviranno ad innalzare la qità dell’offerta culturale
attraverso la valorizzazione del patrimonio materiale e immatualeriale dell’area

metropolitana, in quanto bene comune e attrattore turistico che concorre allo sviluppo
economico e sociale del territorio.
“Desidero esprimere soddisfazione per l’obiettivo raggiunto, su si è registrata la
convergenza di tre assessorati, quello allo spettacolo, quello al commercio, retto
dall’assessore Enrico Ghirelli, e quello alla cultura, guidato da Silvia Annunziata – ha
sottolineato Tommaso Andreoli, vicesindaco del Comune di San Giuseppe Vesuviano –
L’efficace partecipazione ai bandi pubblici emanati in favore dei Comuni rappresenta
una fondamentale esigenza nel sistema di finanza pubblica locale, che ci consente di
mettere in campo azioni politiche mirate, senza gravare, al contempo, sui cittadini
sangiuseppesi. Grazie ai fondi acquisiti daremo vita ad eventi che sosteranno il
commercio cittadino, amplieranno l’offerta culturale e garantiranno anche piacevole
intrattenimento, in una ottica di valorizzazione delle tipicità territoriali e delle
eccellenze produttive locali”.

Share