Trasferta da dimenticare, la Givova Ladies perde a Taranto per 61-47

Come preannunciato, però, si trattava di una trasferta difficile per la Givova Ladies. Taranto, infatti, sino ad ora non ha mai perso in casa

130

Non è stata una trasferta felice, quella in Puglia, per la Givova Ladies. Le ragazze di Coach Ottaviano non sono riuscite ad espugnare il palazzetto di Taranto, perdendo per 61-47. Una partita iniziata con ritmi molto bassi: dopo i primi quattro minuti di gioco il risultato era ancora fermo sullo 0-0. Verso la metà del primo periodo, però, la compagine tarantina ha iniziato a finalizzare, imponendo il proprio gioco alle neroarancio, che pur subendo riescono a tenere testa. Il primo quarto termina 15-11. Stesso copione anche nel secondo periodo: Taranto avanti, con la Givova Ladies che insegue (17-13). Molto più equilibrato è, invece, il terzo periodo (10-10 il parziale). Nell’ultimo quarto, però, Taranto pone fine alle speranze del team neroarancio, e con un parziale di 19-13, chiude la gara sul 61-47. Dal punto di vista individuale è da sottolineare l’ottima prestazione di Marilù Sapienza (15 punti).

Come preannunciato, però, si trattava di una trasferta difficile per la Givova Ladies. Taranto, infatti, sino ad ora non ha mai perso in casa. La squadra allenata da Coach Ottaviano, tuttavia, resta nella parte alta della classifica: al secondo posto e ad appena due punti dalla vetta.

Proprio l’allenatore neroarancio, al termine della gara, commenta la sconfitta della squadra così: “È stata una partita con un approccio difficile, tant’é che dopo quattro minuti eravamo ancora sullo 0 a 0. A lungo andare, poi, abbiamo lasciato troppo spazio in difesa e loro sono state brave a punirci. Ad un certo punto eravamo ad un passo dal recuperarla, ma su una situazione che potevamo arrivare a -6 e cambiare l’inerzia della gara, abbiamo sbagliato un canestro facile e subito un contropiede che c’ha spezzato definitivamente le gambe”. Coach Nicola Ottaviano, infine, ribadisce un pensiero già esternato in diverse occasioni, relativamente alle ragazze meno utilizzate. “Ho bisogno di qualcosa in più da chi entra dalla panchina. È indispensabile e sto lavorando su questa “mentalità”. Alterniamo troppo cose buone a cose molto meno buone. C’è da lavorare, ma so che anche le ragazze hanno voglia di migliorarsi, insieme”.

Tabellini

GIVOVA LADIES

Rosaria Carotenuto  0
Iozzino Valentina     5
Manna Valeria         4
Emilia Garcia Leon   9
Mari Panteva           2
Giorgia Codispoti     1
Camila Berardi        6
Marilù Sapienza     15
Anna Stoyanova      5