La Juve Stabia cade in casa contro il Frosinone che coglie la prima vittoria in trasferta della stagione. I ciociari hanno capitalizzato la rete di Beghetto nel primo tempo su incertezza di Russo. Gli ospiti hanno poi gestito la gara e nel secondo tempo hanno colto anche due legni.

Nel finale poi con un rigore di Ciano hanno chiuso il match sul 2-0. La Juve Stabia, decimata dagli infortuni, non ha mostrato ne’ costrutto e né idee di gioco. Per i campani il momento è difficile con la seconda sconfitta di fila. Preoccupa l’involuzione della squadra di Caserta anche alle prese con vari infortunati nei vari reparti.

Juve Stabia con il 4-3-3 con Fazio e Mezavilla in difesa per l’assenza contemporanea dei centrali Tonucci, Troest e Allievi, a centrocampo Carlini al posto di Calvano infortunato, in attacco Forte supportato da Canotto ed Elia.

Frosinone con il 3-5-2, in attacco Dionisi e Novakovich, a centrocampo l’ex Zampano al posto dello squalificato Paganini.

La prima occasione è di marca stabiese: al 4′ gran tiro di Calò da fuori area, Bardi si distende sulla sua destra e disinnesca la pericolosa conclusione. Alla prima offensiva il Frosinone passa: corner dalla destra dei ciociari battuto da Maiello, tiro di Beghetto defilato sulla sinistra e lasciato senza marcatura, dal vertice dell’area,  su cui Russo non riesce ad essere efficace nella respinta. Due minuti dopo Dionisi ha l’occasione per il raddoppio, errore di Mezavilla ma l’attaccante spreca mettendo alto a tu per tu con Russo. La difesa campana appare in ambasce. La Juve Stabia subisce il contraccolpo psicologico non riuscendo a costruire gioco.

Il Frosinone punta sulle ripartenze stando attento a chiudere tutti gli spazi per le offensive gialloblù che restano comunque sterili. Al 41′ ci prova Ricci dai 25 metri e Bardi si supera togliendo il pallone dal sette della sua porta. Gli ultimi minuti del primo tempo sono vibranti, il Frosinone cerca di spegnere il gioco facendo ostruzione e la Juve Stabia non riesce a concretizzare una occasione da calcio di punizione con mischia in area frusinate. La prima frazione termina con i ciociari in vantaggio con la differenza fatta dai due portieri.

Ripresa con Juve Stabia volitiva, ci prova al 6′ Carlini con un tiro cross a giro di poco fuori. Risponde il Frosinone al 9′ con Dionisi che in area con un tiro a giro centra il palo alla sinistra di Russo. Il Frosinone ci prova ancora con Ariaudo al 17′ con tiro dalla distanza approfittando delle difficoltà della Juve Stabia nella costruzione di trame offensive.

Al 34′ il Frosinone prende una traversa con tiro da fuori di Ciano.

Al 39′ Juve Stabia vicino al pari con punizione di Calò di poco fuori.

Al 41′ il Frosinone spreca un’occasione gol con Novakovich dopo errore di Addae. Nel finale il Frosinone conquista un rigore per fallo di Russo su Novakovich e Ciano trasforma. Per la Juve Stabia è notte fonda con il Frosinone che vince con il punteggio all’inglese rilanciandosi in classifica. La Juve Stabia resta nei bassifondi. Venerdì trasferta col Chievo per gli stabiesi.

Tabellino 

Juve Stabia (4-3-3): Russo 5; Vitiello 6 Mezavilla 5.5 Fazio 5.5 Ricci 5.5; Mallamo 5.5 (34′ st Bifulco 5.5) Calò 6 Carlini 5 (22′ st Addae 5.5); Canotto 5 Forte 5 Elia 5 (8′ st Boateng 5.5). A disp.: Branduani, Melara, Di Gennaro, Izco, Todisco, Del Sole, Germoni, Della Pietra, Buchel. All.: Caserta 5.5.

Frosinone (3-5-2): Bardi 6.5; Brighenti 6 Ariaudo 6.5 Capuano 6; Zampano 6.5 Rohden 6.5 (28′ st Haas 6) Maiello 6 Gori 6 Beghetto 7(44′ st Salvi sv); Dionisi 6 (16′ st Ciano 7) Novakovich 6. A disp.: Iacobucci, Bastianello, Matarese, Tribuzzi, Vitale,Szyminsky,Trotta,Kragnc,Guelfi. All.: Nesta 6.5.

Arbitro: Abbattista di Molfetta 6.5.

Guardalinee : Mokhtar – Saccenti.

Quarto uomo: Di Martino di Teramo.

Marcatori: 10′ pt Beghetto , 48′ st Ciano  (rig. )

Ammoniti: Forte (JS), Canotto (JS), Dionisi (F), Vitiello (JS), Capuano (F), Maiello (F), Bardi (F), Russo (JS).

Note: spettatori 3401(abbonati 2660, paganti 741 di cui 344 ospiti). Angoli 7-4. Recupero, pt 2′, st 5′.

Domenico Ferraro

Share