L’Amministrazione Russo risponde al duro j’accuse del Ministro Sergio Costa

Dopo aver postato sul Blog delle Stelle di Pomigliano il discorso di Costa con relativo commento prontamente c’è stata la reazione del sindaco di Pomigliano che ha sporto denuncia querela nei confronti del Ministro

572

Durante l’inaugurazione dello Spazio Cinque Stelle tenutasi a Pomigliano d’Arco la sera del 7 dicembre il Ministro dell’ambiente Sergio Costa spalleggiato dal consigliere pentastellato Dario De Falco, illustrando le linee guida del programma elettorale territoriale del movimento in vista delle prossime regionali e comunali, ha lanciato forti accuse nei confronti dei comuni e soprattutto verso quello di Pomigliano d’Arco governato dall’attuale amministrazione di centro destra capeggiata dal sindaco Lello Russo.

Il ministro ha parlato di riorganizzazioni di regioni e comuni, del progetto verso il quale tende il governo centrale ovvero quello di riorganizzare i territori a livello locale e a gran voce dal palco ha dichiarato: “Bisogna riprendersi regioni e comuni perché non avete idea di quanti soldi siano stati dati nell’ultimo anno dal mio ministero per le amministrazioni locali a favore dell’ambiente e soprattutto per il comune di Pomigliano che non sono stati mai utilizzati, è arrivato il momento tutti insieme di cacciare a calci nel sedere questi mariuoli che si sono rubati questa città”.

Dopo aver postato sul Blog delle Stelle di Pomigliano il discorso di Costa con relativo commento prontamente c’è stata la reazione del primo cittadino che in un comunicato alla cittadina, pubblicato sulla pagina istituzionale del comune ha dichiarato: “Il Sindaco di Pomigliano d’Arco a cospetto di tale infamante accusa che sa di menzogna pura e offende l’operato dell’ intera Amministrazione e il decoro della cittadinanza ha sporto denuncia-querela all’Autorità Giudiziaria nei confronti del Ministro Sergio Costa e del responsabile della pagina facebook del Movimento 5 Stelle Pomigliano che ha diffuso via social la videoripresa dell’esternazioni del Ministro”.

Dopo lo scontro web sembra che non ci sia stata una controquerela ma siano seguite delle scuse in una dichiarazione dove Costa nega di essersi riferito al sindaco Russo. Il popolo Pomiglianese si divide e si schiera e alla vigilia delle feste natalizie si accendono i primi focolai di quella che nei prossimi mesi sarà una campagna elettorale incandescente.

Cinzia Porcaro

Share